Masina vittima di un episodio di razzismo: Bologna al suo fianco

235
© foto www.imagephotoagency.it

Adam Masina, marocchino naturalizzato italiano, in forze al Bologna è stato vittima ieri di un episodio di razzismo

Solo l’ultimo di una lunga serie di episodi di razzismo nel calcio – Siamo nel 2016 eppure, purtroppo, dobbiamo ancora assistere e leggere cose che nessuno dovrebbe avere il coraggio di scrivere. Come riporta il Corriere dello Sport, nella giornata di ieri qualcuno si è divertito a modificare la biografia di Adam Masina, giocatore del Bologna, su Wikipedia. Aprendo la pagina si poteva leggere: «Nato in Marocco, viene adottato prima da un gruppo di suricati del deserto poi grazie all’intervento dei biologi ed esperti animalisti, passa ad una famiglia di Galliera…». Per intenderci l’animale in questione è una piccola mangusta, per essere ancora più chiari è Timon de Il Re Leone. Di certo non siamo qui per precisare a quale tipo di animale si sia deciso di paragonare un ragazzo di 22 anni che è cresciuto a Bologna e che vorrebbe diventare una bandiera di questa squadra. Il periodo non è dei migliori ma Adam è giovane e a questa età è normale avere alti e bassi. Grazie al suo impegno della scorsa stagione si è guadagnato anche la chiamata in Nazionale U21.

L’infanzia tra il Marocco e l’Italia – Masina non ha avuto un’infanzia semplice, la mamma se n’è andata poco dopo averlo messo al mondo, è arrivato in Italia con il padre e il fratello Zakaria, che però amava più la bottiglia, poi è stato spedito in una casa famiglia e dopo ancora in affido da una famiglia a un’altra finché non ha trovato la pace con Raffaele, che considera come un padre, e Teresa sua nonna. Fa male leggere queste cose, cattiverie gratuite di qualche “cuor di leone” che dietro l’anonimato si diverte a scrivere frasi becere su una persona, che prima di essere calciatore è un essere umano.

AGGIORNAMENTO ORE 13:02 – Un brutto episodio quello che ha colpito Masina, che può contare sull’appoggio del club felsineo e della sua tifoseria. Su Twitter, il Bologna ha sottolineato la vicinanza al difensore: «Dopo l’incursione a sfondo razzista su Wikipedia, il Club e tutti i tifosi sono al fianco di Adam Masina».

 

Condividi