Matri: «Siamo arrabbiati. Mi aspettavo di più da me stesso»

29
© foto www.imagephotoagency.it

Alessandro Matri, attaccante del Sassuolo, ha parlato in vista dell’incontro con la Sampdoria ma ha detto la sua anche sul momento dei neroverdi

Alessandro Matri, attaccante del Sassuolo, ha parlato in conferenza stampa a pochi giorni dall’incontro con la Sampdoria. Il centravanti ha detto la sua sul momento dei neroverdi, sugli obiettivi personali e su molto altro ancora: «Siamo stati in visita a visitare i bambini nati prematuramente e siamo andati in Ospedale per sensibilizzare questo problema non molto conosciuto che prende un bambino su 10. E’ sempre bello dare il nostro sostegno a questi eventi. Il Sassuolo è arrabbiato perché arriva da 3 sconfitte in campionato e da parte nostra c’è voglia di tornare alla vittoria. Veniamo da due settimane di lavoro intenso, stiamo recuperando anche degli elementi, e siamo felici. Vogliamo vincere e vogliamo mettere in campo quella cattiveria che ci ha permesso di raggiungere determinati obiettivi».
LE DICHIARAZIONI – Prosegue Mitra Matri: «Avremo tre trasferte difficili ma prima dobbiamo pensare alla Sampdoria, una squadra che sta facendo bene. Mi aspettavo di più da me. Ho parlato con il mister al mio arrivo, c’era voglia di ritrovare la condizione e ora penso di stare discretamente bene. C’è voglia di far bene e di contribuire alla causa. Siamo tanti in attacco e nonostante gli infortunati sapremo ricoprire i posti in attacco. Deciderà il mister chi dovrà giocare ma noi ci faremo trovare pronti. Ora dobbiamo pensare alla partita di domenica con la Samp, in seguito penseremo all’importante sfida di giovedì con l’Athletic Bilbao. La sosta serve sempre per ritrovare la condizione».

Condividi