Mauri: «Lazio, mi aspettavo un trattamento diverso. Sul derby…»

80
mauri lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Stefano Mauri, ex centrocampista della Lazio, svincolato e in attesa di un nuovo contratto, ha parlato del derby, di Inzaghi, di Lotito e di molto altro

L’ex capitano della Lazio, Stefano Mauri, si aspettava un trattamento diverso dal presidente Lotito. Il giocatore non ha ottenuto il rinnovo ed è attualmente senza contratto, in attesa di una chiamata. L’ex centrocampista dei biancocelesti ha parlato a “Sky Sport” del derby di Roma, di Inzaghi, di Lotito e del suo futuro: «Inzaghi? Mi aspettavo che diventasse un grandissimo allenatore perché è un gran conoscitore di calcio, di calciatori, guarda tantissime partite e le guardava già da calciatore. E’ bravo nel rapporto con i calciatori perché sa quanto un giocatore ci tiene a determinati comportamenti, conosce i limiti di alcuni calciatori e li aiuta a crescere».
LE PAROLE DI STEFANO MAURI – Prosegue il centrocampista: «Simone è stato bravo soprattutto all’inizio della stagione quando c’erano delle situazione ambigue nello spogliatoio e sta facendo bene. Non ha bisogno dei miei consigli per il derby perché sa come si affronta un derby, io posso fargli solo un grande in bocca al lupo. Tradito dalla Lazio? Mi aspettavo un altro tipo di comportamento da parte della società ma non mi sento tradito. Il campo mi manca tantissimo. Mi sto allenando con il Racing Roma di Giannichedda però la partita della domenica mi manca tantissimo, mi manca preparare le sfide, mi manca l’adrenalina prima di entrare in campo. L’attesa del derby è pesante e mi manca tutto il contorno a una partita. So bene come sia vissuto il derby a Roma e tutto questo mi manca molto».

Condividi