Milan, Galliani: “Pastore? Lo abbiamo cercato prima del Palermo, ma c’era Kakà “

0
© foto www.imagephotoagency.it

Adriano Galliani è stato contattato dalla redazione di Sky Sport 24 nel giorno del suo compleanno.
Tanti i temi trattati durante l’intervista, tra cui, ovviamente il mercato: “Noi su Pastore? Noi seguivamo il giocatore prima che arrivasse al Palermo, ma lo ritenevamo una controfigura di Kakà  – ha dichiarato Galliani – . Quando è partito Kakà  abbiamo ripreso i contatti con Simonian, sapevamo che c’era il Palermo in corsa e non abbiamo voluto inserirci. Ora è diventato troppo caro, sia lui che Sanchez sono andati all’estero perchè è impossibile trattenere in Italia giocatori dalla valutazione di 45-50 milioni. Se non verrà  approvata la manovra sugli stadi non riusciremo a fatturare introiti a sufficienza. Barcellona e Real fatturano il doppio del Milan, Inter e Juventus, perciò è impossibile competere con loro per l’acquisto di un top player. E’ questo l’unico grande problema del calcio italiano. L’arrivo di Kakà ? E’ un’operazione impossibile, quindi non possiamo parlare in termini positivi di questo affare. Mister X? Vediamo cosa succederà , abbiamo già  una squadra competitiva, se ci saranno opportunità  di mercato le coglieremo. Quando leggo certi nomi accostati alle big italiane capisco già  che non è possibile che arrivino. E’ inutile accostare giocatori da 50 milioni ai club italiani, perchè non è la dimensione inerente alle nostre squadre. Il Milan continua con Berlusconi, il presidente ha fatto sforzi enormi e ha portato il club ai livelli di vertice del calcio europeo, intende andare avanti quindi smentisco le ipotesi di vendita della società . Il Milan è e rimane saldamente nelle mani della famiglia Berlusconi, è grazie a lui se siamo riusciti a vincere 5 Coppe dei Campioni durante il suo ciclo. Il calendario? Segui calendari da 35 anni e non ho mai capito se sia meglio affrontare l’Inter o al Napoli alla prima o all’ultima giornata. Vanno prese tutte le partite, non si può sapere in che situazione di forma possa essere la squadra di partita in partita prima dell’inizio del campionato. Ibrahimovic? Per me è il più forte centravanti del mondo. Cassano? Non so se va via, al momento il suo procuratore non ha chiesto la cessione del calciatore. I nuovi arrivi? Mexes è arrivato dopo l’infortunio, avrà  bisogno di un altro mese di recupero; su Taiwo trovo ingenerosi i voti dati dopo le prime uscite, ha marcato Robben che è la miglior ala destra d’Europa e ci sta che soffrisse. El Shaarawy? Milan Lab ha trovato gli equilibri tra le varie parti del corpo, il ragazzo va fatto recuperare fisicamente perchè credo che abbia le stimmate del campione e va tutelato.”

Redazione CalcioNews24
Dal 2009 il calcio che vuoi, quando vuoi.
Condividi
Articolo precedente
seedorf-applaude-milan-gennaio-2014-ifaMilan, su Finnbogason c’è anche il Villareal
Prossimo articolo
cn24Lazio, Matuzalem ha chiesto la cessione. Tre squadre sul brasiliano…