Monte ingaggi record per la Roma nell’era Pallotta

137
sabatini roma
© foto www.imagephotoagency.it

Il monte ingaggi della Roma è da record: mai con James Pallotta e gli americani era sceso così in basso. Le cessioni eccellenti dunque porteranno a rinnovi eccellenti

Non sarà stato un calciomercato memorabile per la Roma ma a livello di monte ingaggi la società di James Pallotta ha fatto registrare un primato da quando gli americani sono al timone. Mai infatti era accaduto che la Roma scendesse così in basso, addirittura sotto i novantadue milioni di euro. Un peso rilevante lo hanno avuto anche gli addii di giocatori eccellenti e dal contratto pesante, su tutti Maicon e Miralem Pjanic ma non vanno dimenticate altre cessioni come quella di Vasilis Torosidis o di Seydou Keita o Morgan De Sanctis fino ad arrivare all’alleggerimento dell’ingaggio di Seydou Doumbia e William Vainqueur, andati via a titolo temporaneo.

I NUOVI RINNOVI – Rispetto a settembre 2015 la Roma fa registrare venti milioni in meno di monte ingaggi (allora erano centotredici milioni di euro) e addirittura la cessione dei giocatori succitati ha portato a diminuire la somma degli stipendi di dieci milioni di euro negli ultimi tre mesi, come scrive La Gazzetta dello Sport. Questi soldi risparmiati saranno comunque utilizzati per i nuovi contratti. Radja Nainggolan, Alessandro Florenzi e Kostas Manolas sono a un passo dal rinnovo e adesso sarà più facile accontentarli.

Gianmarco Lotti
Giornalista sportivo toscano vivente, amante del calcio come cultura. Nel 2010 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1989 stilata da Don Balón.
Condividi
Articolo precedente
pescara bizzarriPescara: Diakité o Bergessio, c’è ancora tempo
Prossimo articolo
Biglia caio milan giovaniBiglia – Lazio: tutto pronto per il rinnovo