Mudingayi: «Lazio piazza importante, deve tornare in Europa»

38
haller - lazio
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex-centrocampista biancoceleste è fiducioso: «Non mi stupiscono i risultati, deve tornare in Europa. Anderson e Keita? Potenziali top players»

Tre stagioni con la maglia della Lazio per Gaby Mudingayi, che è tornato a parlare della sua ex-squadra dopo questo avvio di stagione particolarmente felice, anche se lui non sembra stupito: «Dalla Lazio ci si aspetta sempre tanto – esordisce ai microfoni di ElleRadio – sia all’inizio che alla fine del campionato. E’ una piazza importante e deve essere protagonista, quindi non ci si deve stupire più di tanto se arrivano risultati positivi».

SFORTUNA A BOLOGNA – Di certo dall’ultima partita contro il Bologna si doveva uscire con i tre punti in mano per quanto fatto vedere in campo, ma la sorte non ha voluto così: «Ha avuto tante occasioni per vincere la partita, ma questo è il calcio. A volte non si vince meritando, a volte si vince non meritando. Il Bologna è una squadra ostica. La Lazio ora dovrà mantenere alta la concentrazione e non buttarsi giù. Contro il Torino domenica prossima non sarà affatto facile, servirà una vittoria per mantenersi nelle zone alte della classifica».

CENTROCAMPO – Quando gli viene chiesto se al centrocampo della Lazio manchi un mediano “alla Mudingayi”, il belga risponde così: «La mediana della Lazio è ottima. Biglia è un calciatore importantissimo e Parolo è una sicurezza sia per la Lazio che per la Nazionale. Milinkovic e Cataldi sono due giovani molto interessanti. Forse si poteva prendere un sostituto di Onazi, ma credo che la società abbia deciso di puntare su un’altra tipologia di calciatori».

QUALITA’ – Si passa poi a parlare dei punti di forza della rosa a disposizione di mister Inzaghi: «Al momento le note più liete sono rappresentate da Immobile e De Vrij. Il primo sta facendo la differenza anche da un punto di vista del carattere, il secondo è capace di spostare da solo gli equilibri di un intero reparto. Anderson e Keita? Sono due calciatori potenzialmente fortissimi – spiega – ma che non hanno ancora espresso tutto il loro potenziale. Ad oggi Keita sta facendo meglio. Se questi due ragazzi riuscissero a crescere caratterialmente, potrebbero diventare davvero dei top players».

RITORNO IN EUROPA – Un’ultima battuta sugli obiettivi a cui può ambire la Lazio per questa stagione: «Ritengo che quest’anno si debba fare il possibile per tornare in Europa. Lo meritano i tifosi. Tuttavia non sarà una cosa semplicissima – conclude Mudingayi – oltre alle solite squadre bisognerà stare attenti al Torino e al Sassuolo».

Condividi