Mustacchio: «Mi ispiro a Callejon. Che ricordi alla Samp e in Under 21»

44
risultati serie b pecchia
© foto www.imagephotoagency.it

L’attaccante della Pro Vercelli ha raccontato le origini del suo soprannome e i trascorsi in maglia blucerchiata e con l’Under 21

A Vicenza, dove ha giocato dal 2011 al 2014, lo chiamavano MM7, ora Mattia Mustacchio sforna gol e assist con la maglia della gloriosa Pro Vercelli. La storia di questo particolare soprannome è presto spiegata. «Me lo hanno dato i tifosi del Vicenza», scherza l’attaccante in un’intervista rilasciata a GianlucaDiMarzio.com. «Con Ronaldo ho in comune solo il ruolo per questo ogni volta che mi chiamano così rido. Diciamo che è nato per le mie falcate sulla fascia. Poi quest’anno alla Pro Vercelli per la prima volta sono riuscito a prendere la maglia numero 7 quindi devo per forza far bene». Numero 7, proprio come il napoletano Callejon. «Ultimamente mi ispiro a lui: per velocità e tempi d’inserimento è il giocatore perfetto. Anche se un omaggio a Ronaldo il Fenomeno è d’obbligo».
CAPITOLO SAMP – Prodotto delle giovanili del Brescia, nel 2008 Mustacchio si trasferì alla Sampdoria. «Bella esperienza alla Samp con Mazzarri. Lui puntava molto su di me, ho fatto 5 presenze in A e una in Coppa Uefa».
RICORDI AZZURRI – Un anno più tardi l’esordio in Under 21. Insieme a lui anche Santon e Balotelli, che il classe ’89 ricorda piacevolmente. «Un giorno eravamo in camera io e Santon, stavamo facendo un discorso importante. Ad un certo punto Balo entra nella nostra stanza con l’estintore e ci annaffia! È un ragazzo d’oro Balo, merita tanto».

Condividi