Maksimovic: dalle bombe alla guerra con Mihajlovic

247
napoli maksimovic mihajlovic torino guerra
© foto www.imagephotoagency.it

Napoli: un ritratto del neo-acquisto Maksimovic, dai rapporti tormentati con il Torino e Sinisa Mihajlovic, al passato tra le bombe e la guerra

Da qualche giorno Nikola Maksimovic ha cambiato vita: arrivato ufficialmente al Napoli, il difensore serbo ha voluto dimenticare in fretta l’ultimo difficile periodo al Torino. Scappato di fatto dalla squadra granata, Maksimovic ha avuto ben più di un problema con il suo connazionale ed ormai ex tecnico Sinisa Mihajlovic, colui che per primo lo aveva fatto debuttare in nazionale tempo fa: «Per me è morto», ha spiegato Sinisa in conferenza stampa qualche giorno fa, anche se, tempo prima, aveva ammesso la propria stima nei confronti del giocatore a cui prima di tutti aveva dato fiducia, forse per delle affinità tecniche.

NAPOLI, MAKSIMOVIC E LA GUERRA – Come racconta Il Mattino stamane, la storia del difensore è quella di un ragazzo tormentato dagli incubi di una infanzia difficile, come per molti della sua generazione, dalla guerra balcanica. Scampato alle bombe, Nikola è rinato calcisticamente in Italia: in patria dicono che ricorda l’ex difensore di Manchester United ed Inter Nemanja Vidic, ma il suo idolo resta Alessandro Nesta. Del suo passato il difensore del Napoli si porta dietro l’esperienza e l’allerta degli uomini di confine. Impossibile dimenticare.

Michele Ruotolo
Classe '88, capo-redattore e responsabile editoriale di Calcionews24. Spesso mi contraddico.
Condividi
Articolo precedente
nardellaDella Valle, l’appoggio di Nardella: «Tifiamo Fiorentina!»
Prossimo articolo
jovetic inter riscatto ufficiale obbligatorioInter: gli esuberi al Suning, un terzino a gennaio