Napoli, Milik: «Difficile rinunciare a Mertens, ma l’anno prossimo…»

milik polonia
© foto www.imagephotoagency.it

Napoli, Arkadiusz Milik dal ritiro della Polonia analizza la sua stagione

Il buon Europeo con la Polonia era stato un ottimo biglietto da visita per Arkadiusz Milik al suo arrivo a Napoli: l’inizio di stagione poi era stato esaltante, con due doppiette nelle prime partite che avevano fatto sognare i tifosi sul futuro, prima del bruttissimo infortunio al ginocchio che l’ha di fatto tolto dai radar per 6 mesi, nel quale nel frattempo è esploso il folletto belga Dries Mertens che a suon di gol ha conquistato piazza, mister e maglia da titolare per tutto il resto della stagione. Dal ritiro della Polonia ha parlato proprio l’attaccante degli Azzurri, che ha analizzato così la sua stagione: «La seconda parte non è stata una delusione totale ma di sicuro la più dura perché non è semplice rientrare dopo un infortunio come il mio in una delle squadre migliori d’Europa. Mertens ha lottato fino all’ultimo per il titolo di capocannoniere, ragion per cui l’allenatore ha avuto difficoltà a cambiare, ma la storia di Milik deve essere ancora scritta. Il mancato Europeo Under 21? È una scelta della società, è dura da accettare ma non posso cambiarla». Il Napoli intanto si trova con grande abbondanza di punte: dopo il rinnovo di Mertens ora sono 4 i centravanti, oltre al belga ci sono Milik, Pavoletti e da Udine tornerà anche Duvan Zapata, che probabilmente così come Pavoletti sarà uno dei primi partenti verso altre destinazioni.

Condividi