Napoli, Sarri: «Che dire, perso Higuain in estate, poi si è rotto Milik» | Sky Sport

40
champions league sarri napoli
© foto www.imagephotoagency.it

Napoli – Roma, le dichiarazioni di Sarri nel postpartita del San Paolo

Caduta pesante per il Napoli di Maurizio Sarri, la prima interna della sua gestione e la seconda consecutiva in un campionato che – per quanto concerne le dinamiche di vetta – sembra già almeno parzialmente compromesso. Disastrosa prestazione di Koulibaly: il suo errore ha indirizzato il corso di una gara fino a quel momento decisamente equilibrata.

NON SIAMO MORTI – Ecco di seguito le dichiarazioni rilasciate ai microfoni di Sky Sport dall’allenatore del Napoli Maurizio Sarri nel post-partita della sfida del San Paolo: «Abbiamo fatto un buon primo tempo, ma l’episodio di Koulibaly ci ha fatto trovare sotto e con la Roma il tutto diventa una cattiva bestia, perché la squadra di Spalletti a campo aperto fa impressione. Abbiamo riaperto la gara nel finale ma la Roma nel finale ha legittimato la vittoria con alcune ripartenze micidiali, può succedere in queste partite. L’aspetto positivo è che non sia una squadra morta, anzi bella viva per tutto il primo tempo: poi gli episodi ci hanno penalizzato. E’ stata una bella partita che sarebbe potuta terminare diversamente, ma è ovviamente un periodo negativo con le due sconfitte consecutive. La sostituzione di Gabbiadini? Volevo rompere l’inerzia di una gara che si era messa malissimo, scelta puramente tattica per non dare punti di riferimento, non influirà sul suo morale. Gabbiadini non ha attitudine nel gioco aereo, ha altre caratteristiche: da questo punto di vista siamo militati. Abbiamo perso Higuain in estate, il sostituto Milik si è rotto. Ci è accaduto ora purtroppo, dobbiamo trovare soluzioni, siamo lontani dal calciomercato, vediamo se la società individua qualcosa e se lo ritiene fattibile economicamente».

Condividi