Rimpianto Nesta: «Ho detto no a Roma, Juventus e Real. Se ci penso oggi..»

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex difensore di Lazio e Milan ha parlato della sua carriera e ha toccato anche tanti altri argomenti. Ecco le parole di Alessandro Nesta

E’ stato uno dei difensori più forti degli ultimi 20 anni, uno dei più forti di tutti i tempi, sicuramente uno dei difensori più eleganti (per le sue giocate in campo) di ogni era. Alessandro Nesta, ex difensore di Lazio e Milan, ha parlato a “Il Corriere dello Sport” eleggendo come suo erede Alessio Romagnoli, svelando di aver rifiutato la Roma per il veto biancoceleste della famiglia, e consigliando Totti, «rivale amatissimo», sul suo futuro («bisogna anticipare tutti, decidere di smettere da soli non far decidere ad altri»). Nesta ha inoltre rivelato di aver detto di no, nel corso della carriera, a Juventus e Real Madrid: «Perché ho rifiutato la Juve? Perché non volevo andare via dalla Lazio. Io non mi vedevo fuori da quella società, da quella squadra, non ero pronto a prendere la valigia e lasciare quello che era stata fino ad allora, almeno calcisticamente, la mia vita. Io avevo giocato solo lì e pensavo che avrei finito alla Lazio. Due anni prima ero stato richiesto dal Real Madrid e avevo rifiutato. Oggi se ci penso… Però il destino mi ha premiato e sono finito al Milan, quasi costretto. Ma oggi ringrazio Dio: ho vinto quello che ho vinto, sono stato meravigliosamente a Milano. Ma andare via dalla Lazio e da Roma è stato comunque come strappare delle radici, profonde».

Condividi