Chievo, Frey presente alla consegna di Carpe Diem

16
frey chievo juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Nicolas Frey e altri compagni del Chievo Verona, sono stati protagonisti di una bellissima donazione grazie ai fondi raccolti da CuoreChievo e Nascere per Vivere

Nicolas Frey, difensore del Chievo Verona, ormai 4 anni fa ha vissuto un’esperienza non semplice all’ospedale di Nizza. Le sue due bambine gemelle nacquero prematuramente, una era sottopeso e l’altra non respirava inoltre la compagna del calciatore non stava affatto bene. La vicenda si è poi risolta positivamente, ma ha segnato nel profondo il francese, che  per questo motivo ha voluto esserci alla consegna di Carpe Diem, apparecchiatura da 35 mila euro per il trattamento di emofiltrazione neonatale.
MACCHINARIO FONDAMENTALE: Carpe Diem è stato donato all’unità operativa a indirizzo critico di Borgo Trento in Verona grazie alla raccolta fondi promossa da CuoreChievo e da Nascere per Vivere. Dopo la consegna proprio Frey ha spiegato l’importanza del macchinario: «Non so dire se Carpe Diem abbia salvato la vita delle mie figlie, quel che è certo è che le ha aiutate tantissimo a stare meglio. È per me un orgoglio che ora grazie a noi sia disponibile anche a Verona». Oltre al francese presenti alla consegna anche Sergio Pellisier e Roberto Inglese.

Condividi