Oddo: «Se avessi la certezza di giocare male e vincere lo farei, ma non è così»

38
© foto www.imagephotoagency.it

Massimo Oddo, allenatore del Pescara, ha analizzato il momento del club abruzzese e ha parlato della prossima sfida con l’Atalanta

Giornata di vigilia per Massimo Oddo e per il suo Pescara. Il club abruzzese ha raccolto 7 punti in questa prima parte di stagione ma il tecnico dei biancazzurri è fiducioso e lo dice apertamente in conferenza stampa alla vigilia del turno infrasettimanale contro l’Atalanta: «Dovremmo recuperare Muric e Manaj e quest’ultimo se sta bene può anche giocare. Non ci sarà Verre che ha un problema fastidioso al piede. Manaj e Bahebeck sono fortissimi, se potessimo averli a disposizione sarebbe tutto più semplice. Formazione? Ho le idee chiare ma non ne voglio parlare. La nostra filosofia è chiara ma dobbiamo migliorare in fase di non possesso e vorrei sottolineare che abbiamo preso un solo gol a difesa schierata, quello di Icardi».

LE DICHIARAZIONI – Prosegue Oddo analizzando i problemi e parlando della gara con la Dea: «I problemi nascono quando regaliamo palla e sicuramente dovremo lavorare meglio in questo senso. Se avessi la certezza di giocare male e vincere direi ai miei di giocare male, mica sono scemo ma non è così. Noi dobbiamo pensare a giocare come meglio sappiamo e a migliorare i nostri difetti. Io sono convinto che questa squadra reagirà presto e si risolleverà. La squadra c’è ed è una certezza, l’altra certezza sono i nostri errori e su quelli dobbiamo lavorare. Quella con l’Atalanta è una gara difficile. Loro sono forti ed esperti, giocano sull’errore dell’avversario. L’importante è non perdere? Come sempre».

Condividi