Padoin: «Cagliari sorpresa. Rastelli sembra Allegri»

47
giannetti Cagliari melchiorri
© foto www.imagephotoagency.it

«Che ci frega di Higuain, noi abbiamo Padoin» cantavano i tifosi della Juventus, che questa sera riaccoglieranno il centrocampista…

Simone Padoin torna a Torino per giocare Juventus – Cagliari, solo che stavolta lo fa con i sardi. Emozionato, ammette che in campo non farà trasparire nessuna sensazione e avrà in mente solo il Cagliari ma non sarà facile. Saluterà Gigi Buffon e la difesa, li elogia dicendo che sono degli esempi e il segreto dei successi della Juventus. Parlando della sfida, il centrocampista non è nemmeno troppo pessimista: «Non è impossibile, è una gara da interpretare e speriamo che non siano al cento per cento. Non li vedo usurati, possono vincere lo Scudetto».

JUVENTUS VS. CAGLIARI – Dimenticata, si fa per dire, la Juventus è ora di parlare di Cagliari. Padoin racconta di esser stato accolto benissimo fin dal primo giorno di ritiro a Pejo, dove si è creato il feeling giusto coi compagni di spogliatoio. «Rastelli è simile ad Allegri, è meticoloso e bravo tatticamente» continua Simone Padoin ai microfoni de La Gazzetta dello Sport prima di passare a elogiare Borriello e Sau, coppia d’attacco show per i rossoblu. A Cagliari il “Pado” si è ambientato benissimo e ha praticamente colonizzato la prima fermata del Poetto: «Gioco in un società molto ben organizzata che mi fa sentire importante e mi ha fortemente voluto. È stata una lieta sorpresa».

Gianmarco Lotti
Giornalista sportivo toscano vivente, amante del calcio come cultura. Nel 2010 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1989 stilata da Don Balón.
Condividi
Articolo precedente
de boerEmpoli – Inter: scatta l’ora di Gabigol?
Prossimo articolo
tmallCon Tmall anche la Juventus sbarca in Cina