Palermo, Aleesami: «Dura con la Lazio ma contro le grandi…»

51
© foto www.imagephotoagency.it

Il difensore norvegese dei rosanero Haitam Aleesami parla del difficile momento della sua squadra e del prossimo impegno casalingo contro la Lazio

Penultimo in classifica con soli 6 punti, il Palermo proviene dal poco invidiabile filotto di 6 sconfitte consecutive. Il cambio che ha portato in panchina Roberto De Zerbi al posto di Davide Ballardini, non ha finora sortito gli effetti sperati, e il nuovo tecnico è già sulla graticola. Serve un’inversione di tendenza, ma soprattutto punti in classifica. I siciliani devono assolutamente far meglio, possibilmente a partire proprio dal prossimo impegno in campionato che vedrà ospite la Lazio al Barbera. Non sarà un’impresa semplice, poiché la squadra di Simone Inzaghi è reduce da otto risultati utili consecutivi ma provarci è d’obbligo per alimentare le speranze di salvezza.
ALEESAMI «NOI BENE CON LE GRANDI» – Dell’incontro con i biancocelesti ha parlato ai microfoni del sito ufficiale del Palermo il difensore Haitam Aleesami: «Mi aspetto una partita difficile. La Lazio è una squadra forte ma abbiamo giocato bene contro avversari considerati più forti di noi. Anche loro devono aspettarsi una partita difficile». Il norvegese è conscio del momento critico dei suoi: «Ora abbiamo perso sei partite di fila – ammette sconsolato -. I complimenti? Io sono contento quando vinciamo, non quando io faccio bene. La fiducia di Zamparini è importante per me, sono contento di essere a Palermo e felice di giocare in Serie A». Aleesami, nonostante sia in Italia da poco meno di sei mesi si è già inserito molto bene imparando la nuova lingua e apprezzando il capoluogo siculo: «La lingua è molto importante. L’allenamento è in italiano, voglio imparare ancora meglio questa lingua. Io Nestorovski e Rajkovic siamo andati a scuola sei-sette volte. La vita a Palermo? Mi piace un sacco, è tutto perfetto: amo il cibo, il sole e il mare». Ad ogni modo, i piaceri extra-sportivi, possono attendere, c’è una partita delicata da affrontare: «Abbiamo perso 6 partite di fila e questo ci rende tristi. Adesso vogliamo vincere. Dobbiamo lavorare con più determinazione e con più cattiveria agonistica. Ho detto le stesse cose a Lo Faso con un post su Instagram dopo la partita di domenica. Dobbiamo rimanere tutti uniti per raggiungere la salvezza e regalare questa gioia ai nostri tifosi».

 

Condividi