Palermo – Milan (1 a 2): pagelle e tabellino

824
© foto www.imagephotoagency.it

Serie A 2016/2017, 12^ giornata: Palermo – Milan. Risultato, formazioni ufficiali, pagelle e tabellino, info streaming e probabili formazioni

Palermo – Milan: tabellino

MARCATORI: 15′ Suso (M), 71′ Nestorovski (P), 82′ Lapadula (M)
AMMONITI: De Sciglio (M), Cionek (P), Diamanti (P)
ESPULSI: –
ARBITRO: Mazzoleni.

Palermo – Milan: pagelle e sintesi

PALERMO (4-3-3): Posavec 5; Cionek 6, Andelkovic 5, Rajkovic 5.5, Aleesami 6; Henrique 6.5, Hiljemark 5.5 (85′ Quaison s.v.), Gazzi 6; Sallai 5.5 (57′ Diamanti 7), Embalo 5 (57′ Lo Faso 6.5), Nestorovski 6.5. A disposizione: Marson, Fulignati, Vitiello, Goldaniga, Chochev, Bouy, Jajalo, Morganella, Pezzella. Allenatore: De Zerbi 6.

MILAN (4-3-3): Donnarumma 5.5; Abate 6, Paletta 6.5, Romagnoli 5.5, De Sciglio 6; Kucka 5 (72′ Poli 6), Locatelli 6, Pasalic 6 (64′ Fernandez 5.5); Suso 7, Bacca 4 (79′ Lapadula 7), Bonaventura 7. A disposizione: Plizzari, Gabriel, Antonelli, Ely, Zapata, Gomez, Honda, Sosa, Luiz Adriano. Allenatore: Montella 6.

PALERMO – IL PEGGIORE

Josip Posavec 5: Il gol dell’uno a zero sarebbe da manuale di cucina alla voce ‘frittate’ (sempre che per fare una frittata andiate su un manuale, ma è un’altra storia). Posavec esce come peggio non potrebbe fare e, verosimilmente complice la babele di lingue nel Palermo e quindi la comunicazione non agevole, per due volte smanaccia finché Suso non lo punisce con un siluro. L’errore è grave e non è il primo in questa stagione ma il portiere è giovane e si farà, forse. Il problema è che poi sbanda mentalmente e non ne blocca più una, qui sì che c’è da lavorare. Si dirà che nella ripresa fa due-tre parate buone ma l’errore è decisivo e anche sul gol di Lapadula non brilla.

PALERMO – IL MIGLIORE

Alessandro Diamanti 7: Non gioca e non si sa bene perché ma il suo ingresso, assieme a quello del giovanissimo Lo Faso, cambia la partita del Palermo. Il Milan nella ripresa abbassa il baricentro e per scardinare la difesa degli ospiti c’è bisogno di qualità: Diamanti e Lo Faso con la loro verve riescono a dare freschezza e idee all’attacco. Proprio l’ex bolognese mette una palla al bacio per Nestorovski in occasione del gol dell’uno a uno e col suo sinistro crea scompiglio. La sua maggior qualità è quella di dare ritmo agli attacchi dei rosanero, senza di lui è un’altra squadra.

MILAN – IL PEGGIORE

Carlos Bacca 4: Gianluca Lapadula molto probabilmente batte sempre Montella a carte a Milanello e il tecnico ce l’ha con lui, perché altrimenti non si spiega come mai non lo faccia giocare. Nemmeno oggi, giorno in cui Bacca poteva – doveva, secondo alcuni – finire in panchina. Il gesto da bambino viziato di domenica scorsa ha portato a poco, il digiuno del colombiano continua anche col Palermo, in una gara in cui Bacca ha creato quasi zero. Un tiro da fuori e molti errori sia di controllo che in appoggio. Forse un po’ più di bastone al sudamericano farebbe bene.

MILAN – IL MIGLIORE

Giacomo Bonaventura 7: Sonnecchiante a inizio stagione, Bonaventura è tornato l’asso – o meglio, il Jack – nella manica del Milan. La punizione col Pescara mise in luce la sua furbizia, oggi invece al Barbera si sono visti sprazzi di qualità sopraffina e anche di intelligenza tattica. Spostato nel ruolo di Niang fa quello che dovrebbe fare Niang ma con più convinzione e concretezza. Taglia la difesa del Palermo e cuce la manovra del Milan con giocate di qualità nell’uno contro uno e palle splendide, vedi quella al 20′ per Pasalic. Uno così serve anche in Nazionale. Vince la palma di migliore con uno straripante Suso.

Di seguito la sintesi di Palermo – Milan, uno match di oggi – domenica 6 novembre – per la dodicesima giornata di Serie A. Si è giocato allo Stadio Renzo Barbera di Palermo anche il secondo tempo e i rossoneri hanno vinto due a uno.

PRIMO TEMPO – Venti minuti di Milan dinamico portano a tre occasioni da gol, una delle quali sfruttata alla meglio da Suso. Prima Bonaventura sfiora la rete con un diagonale un po’ strozzato, poi Pasalic col sinistro calcia sull’esterno dopo un gran movimento stile Nocerino con Ibrahimovic. Nel mezzo la rete, segnata da Suso al 15′ ma sulla quale Posavec ha il diritto d’autore. Il portiere esce male su un cross da sinistra, smanaccia due volte e la dà a Suso, il cui sinistro di controbalzo sfonda la porta. Dopo una punizione di Sallai parata da Donnarumma, Bacca prova a mettersi in proprio e calcia da venticinque metri, Posavec ha ancora problemi e respinge su Pasalic che mette fuori. Nella seconda parte del primo tempo invece meglio il Palermo anche se difficilmente arriva a calciare in porta, Donnarumma spesso è impegnato sulle uscite ma i traversoni che arrivano in area non sono poi queste palle splendide che desidererebbe De Zerbi. Il Milan si fa sempre meno padrone del campo ma il Palermo pecca in costruzione del gioco e trova difficoltà a mettere in piedi un’azione, meglio sulle palle inattive anche se brividi ne crea pochi.

SECONDO TEMPO – Tutto un altro Palermo nella ripresa. La squadra sfrutta le difficoltà a uscire del Milan, che abbassa il baricentro e si fa attaccare; al 53′ Embalo a giro impegna Donnarumma, cinque minuti dopo Bruno Henrique calcia male da fuori. Al quindicesimo della ripresa il Milan erige un monumento a Paletta che si getta in scivolata su un tiro a botta sicura di Henrique dal dischetto e devia fuori la conclusione del brasiliano. L’ingresso del giovanissimo Lo Faso dà più verve all’attacco rosanero e lo stesso diciottenne crea pericoli in area, tanto che a metà ripresa per poco non trova il pari con un tiro lento di sinistro che non incontra alcuna deviazione. La rete del Palermo è nell’aria e a venti dalla fine Diamanti si sposta da destra a sinistra e inventa per Nestorovski, palla filtrante (con Kucka che non sala come fece Honda a Genova) e il macedone di punta beffa Donnarumma spiazzandolo. Nemmeno il tempo di esultare che Suso in due minuti trova due tiri da fuori e Posavec lo respinge in entrambi i casi, prima su punizione deviata e poi con un bolide da fuori il croato manda in angolo. Il Milan però trova il vantaggio all’82’ nella maniera più dolce, con Gianluca Lapadula al primo gol in Serie A, e che gol: da angolo palla a Suso che calcia, Lapadula devia col tacco e spiazza Posavec nell’incredulità generale. Più di grinta che di cervello, il Palermo prova a pareggiarla nel finale ma getta palloni in area senza pensarci troppo, il risultato è che il Milan tiene anche se con qualche difficoltà. Mazzoleni fischia la fine dopo tre di recupero sul 2-1 per il Diavolo.

ANALISI – Una delle partite più divertenti della giornata, senza dubbio. Prima un gran Milan, poi un Palermo orgoglioso e infine la grande storia di Lapadula: a livello di narrazione a Palermo – Milan non è mancato nulla. Il Palermo dovrebbe diventare più concreto e iniziare col piglio giusto le gare senza farsi trasportare a match in corso mentre il Diavolo dovrebbe imparare a chiudere le partite. Alla fine la decide la qualità, quella di Suso con Bonaventura e quella del tacco da lacrime di Lapadula.

Palermo – Milan: formazioni ufficiali

Sta per iniziare la gara del Barbera e alle 14 sono uscite le formazioni ufficiali, andiamo a dare uno sguardo alle scelte di Roberto De Zerbi e di Vincenzo Montella. Nei padroni di casa viene confermato Cionek a destra in difesa al posto di Rispoli indisponibile e in avanti ecco Embalo assieme a Sallai Nel Milan a sorpresa fuori Niang, Bonaventura viene spostato più avanti e al suo posto a centrocampo trova posto Pasalic.

PALERMO (4-3-3): Posavec; Andelkovic, Rajkovic, Cionek, Aleesami; Henrique, Hiljemark, Gazzi; Sallai, Embalo, Nestorovski. A disposizione: Marson, Fulignati, Vitiello, Goldaniga, Chochev, Quaison, Diamanti, Bouy, Jajalo, Morganella, Pezzella, Lo Faso. Allenatore: De Zerbi.

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Abate, Paletta, Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Locatelli, Pasalic; Suso, Bacca, Bonaventura. A disposizione: Plizzari, Gabriel, Antonelli, Ely, Zapata, Gomez, Honda, Poli, Fernandez, Sosa, Luiz Adriano, Lapadula. Allenatore: Montella.

Palermo – Milan: probabili formazioni e pre-partita

PALERMO VS. MILAN, PARLA DE ZERBI – A rischio panchina, in conferenza stampa De Zerbi è parso tranquillo e ha dichiarato: «Fa piacere sapere che il Presidente creda in me, io però sono concentrato su quello che devo fare sul campo. Non mi concentro sull’ipotesi esonero ma su quanto posso fare io».

PALERMO VS. MILAN, PARLA MONTELLA – In conferenza stampa Montella, tecnico del Milan, ha analizzato il match e tra le altre cose ha rimproverato Bacca e messo in guardia i suoi: «Quella con il Palermo è una gara insidiosa non solo per Diamanti, un giocatore che conosco molto bene per averlo allenato. Domani affrontiamo una squadra che ha delle idee, anche se le sta portando avanti con fatica».

Qui tutte le informazioni complete.

PALERMO (4-3-2-1): Posavec; Morganella, Goldaniga, Cionek, Aleesami; Chochev, Hiljemark, Gazzi; Quaison, Diamanti; Nestorovski. A disposizione: Marson, Fulignati, Vitiello, Andelkovic, Rajkovic, Pezzella, Henrique, Bouy, Jajalo, Embalo, Lo Faso, Sallai. Allenatore: De Zerbi.

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Abate, Paletta, Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Locatelli, Bonaventura; Suso, Bacca, Niang. A disposizione: Plizzari, Gabriel, Antonelli, Ely, Zapata, Gomez, Pasalic, Honda, Poli, Fernandez, Sosa, Luiz Adriano, Lapadula. Allenatore: Montella

Palermo – Milan Streaming: dove vederla in tv

INFO STREAMING E TV – La partita sarà trasmessa a partire dalle ore 15 sulle frequenze satellitari di Sky Sport ed in digitale terrestre per Mediaset Premium. In streaming invece per piattaforme pc, tablet e smartphone su app Sky Go e Premium Play.

Condividi