Pallotta provoca: «Stadio entro il 2020 o lascio la Roma»

bilancio roma stadio
© foto www.imagephotoagency.it

Uno stadio entro tre anni o James Pallotta dirà addio alla Roma, questa è la provocazione del presidente giallorosso dopo la conclusione del Totti Day. Le ultimissime anche sul Capitano e sul prossimo allenatore

Il Totti Day si è concluso ma l’amarezza in casa Roma è alta. James Pallotta, fischiato ieri all’Olimpico, ha parlato sia del Capitano che del futuro della Roma e di sicuro non mancano gli spunti di riflessione. «Se non avrò lo stadio entro il 2020 allora la Roma avrà un nuovo proprietario. Il 15 giugno dovremmo avere nuove notizie sull’impianto che dovrebbe essere pronto nel 2020. Se così non sarà allora il club avrà un altro proprietario, perché non mi si vedrà più da queste parti e tornerò a casa. Main sponsor? Vedremo con chi dovremo chiudere, abbiamo molti tifosi all’estero e in Indonesia ho visto 20mila persone insieme cantare l’inno della Roma. Anche in Cina stiamo facendo delle grandi cose. Totti? Non ho rimpianti con lui, negli ultimi diciotto mesi abbiamo parlato molte volte me di certo non ci mettiamo a sbandierarlo alla stampa. Leggere e ascoltare molte cavolate è frustrante, Totti vuol dire tanto per la Roma. Nuovo allenatore? Questo dovete dirmelo voi» è quanto ha detto Pallotta, come riporta La Gazzetta dello Sport.

Condividi