Paolo Berlusconi: «Milan venduto al governo cinese»

73
paolo maldini
© foto www.imagephotoagency.it

Paolo Berlusconi, vicepresidente del Milan e fratello di Silvio, ha parlato del futuro del club rossonero e ha svelato l’identità degli acquirenti cinesi

Paolo Berlusconi, vicepresidente del Milan e fratello di Silvio, ha parlato a “Tele Lombardia” svelando l’identità degli acquirenti cinesi che stanno per prelevare il Milan: «Silvio ha deciso di vendere perché ha capito che era arrivato il momento giusto. Ha impostato la trattativa di cessione chiedendo un investimento a favore della società che è stato computato nella riduzione del prezzo di vendita e questo è stato l’ultimo regalo di mio fratello ai tifosi milanisti. Ora la Juve domina e per qualche tempo dovremo continuare a soffrire».

I VOLTI NUOVI – Prosegue Paolo Berlusconi: «Senza gli introiti della Champions League tutto diventa difficile. L’anno scorso abbiamo investito con giovani e un bel centravanti ma le cose non sono andate bene. I nuovi acquirenti non hanno acconsentito a spendere e Fininvest, che aveva già speso tanti soldi, neppure e mi dispiace che non sia arrivato Pjaca, lo ritengo il nuovo Shevchenko. Chi sono gli acquirenti? Non c’è un personaggio, ma il governo si fa portavoce di questi valori. I nuovi proprietari hanno il diritto di inserire il loro staff ma Silvio resterà come presidente onorario. Inter? Hanno speso ma hanno solo un punto in più rispetto al Milan».

Antonio Parrotto
Giornalista sportivo. Non vendo sogni ma solide news. E anche panini, birre e patatine.
Condividi
Articolo precedente
pallottaPallotta: «Nuovo stadio? Apriremo nel 2019»
Prossimo articolo
lazio immobile maglia raggi romaCiro Immobile: «Possiamo fare grandi cose con Inzaghi»