Papà Inzaghi: «Simone molto istintivo, Pippo riflessivo

38
papà lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Giancarlo Inzaghi, papà di Simone e Filippo, ha rivelato in un’intervista alcuni aneddoti riguardanti i propri figli

Giancarlo Inzaghi, papà di Simone e Filippo, rispettivamente allenatori di Lazio e Venezia, ha raccontato alle pagine della Gazzetta dello Sport alcuni aneddoti riguardo i propri figli. Papà Inzaghi ha sottolineato le differenze dei due, confessando che l’ex attaccante del Milan è un tipo molto più riflessivo rispetto a Simone: «Pippo è più riflessivo, Simone è istintivo. In estate Lotito gli aveva detto che avrebbe allenato la Salernitana, ma quando la trattativa con Bielsa saltò, lui si disse certo di allenare la Lazio» ha raccontato il padre dei due bomber, che ricorda anche un evento ai tempi della primavera: «Simone con la Primavera della Lazio un giorno perdeva 2-0 all’intervallo con il Napoli. Nello spogliatoio si strappò letteralmente la camicia e urlò di tutto alla squadra: alla fine la Lazio vinse 3-2»

GIANCARLO INZAGHI CONTINUA – Tanti gli argomenti affrontati da Giancarlo, che confessa di contestare, a volte, le scelte di formazione dei propri figli: «A volte contesto, ma loro vanno dalla mamma» ha scherzato. Tra le rivelazioni, anche quella riguardante il giovane Keita, che quest’estate sembrava essere vicino a dover lasciare la Lazio: «Simone gli ha detto che se fosse rimasto con lui, sarebbe diventato tra i primi cinque motivi al giorno». Infine un augurio per Pippo: «Vorrei che si sposasse, ma pensa solo al calcio. Si gode i nipotini però». 

Condividi