Pasqual avverte l’amico Montella: «L’Empoli vuole punti salvezza»

pasqual empoli
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo il derby vinto con la Fiorentina, Manuel Pasqual punta il Milan: l’Empoli è di scena a San Siro e il terzino parla di Montella, con cui condivide grandi ricordi

Manuel Pasqual è ormai nella storia dell’Empoli dopo il gol del due a uno con la Fiorentina nel derby, l’unico in maglia azzurra per ora. Il terzino empolese oggi sfiderà il Milan a San Siro e troverà di fronte un allenatore con cui la sua carriera ebbe nuova linfa, quel Vincenzo Montella con cui ha condiviso molte gioie a Firenze. Il difensore ricorda il clima di entusiasmo che si respirava con il tecnico in viola, un fattore importante per le tre qualificazioni europee di fila. «L’Empoli arriva bello carico, la vittoria al Franchi ci ha dato convinzione e vogliamo fare un altro sgambetto. Sarebbe un bel regalo per noi stessi. Vogliamo salvarci, auguro al Milan di andare in Europa vincendole tutte fuorché questa!» commenta il laterale, per cui in campo i ricordi non varranno. Montella fece la rivoluzione a Firenze, ricorda Pasqual, portò una nuova preparazione fisica assieme a un cambiamento importante a livello alimentare e atletico: «Mi piaceva per come difendeva il gruppo, anche quando era colpa di tutti ma non sua». Niente ricordi dunque, ma a La Gazzetta dello Sport Pasqual si permette infine un piccolo passo indietro nel tempo, all’ultimo minuto di giocao di Fiorentina-Empoli. Il terzino spiega perché ha battuto lui quel rigore: «Il rigorista era Pucciarelli ma non stava bene, Martusciello chiede a me e siccome sono un professionista, calcio. Montella è avvertito, noi cerchiamo punti salvezza. Ancora non abbiamo fatto niente, ogni tappa è decisiva».

Condividi