Pellegrini è l’ultimo caso: nove legamenti rotti in casa Roma dal 2014

© foto www.imagephotoagency.it

La Roma alle prese con l’ennesimo grave infortunio: la rottura del legamento crociato di Luca Pellegrini. In tre anni è il nono infortunio del genere tra i giallorossi

Roma, il ritiro estivo fa un altro brutto scherzo ai giallorossi. Di nuovo a un terzino sinistro. L’anno scorso, nel corso della tournèe negli Stati Uniti, tocco a Mario Rui, appena arrivato dall’Empoli. Oggi, chi alla tournèè a stelle e strisce non potrà nemmeno essere presente è Luca Pellegrini, 18enne promosso in prima squadra dalla Primavera. Come scrive il Corriere dello Sport, il giovane difensore non si è potuto aggregare alla partenza per la tournèe con la squadra di Di Francesco: per lui, rottura del crociato anteriore del ginocchio sinistro. Già operato ieri a Villa Stuart, potrà giocare tornare a giocare regolarmente non prima di sei mesi. Una brutta tegola per un ragazzo che fin qui si era fatto apprezzare, a cui lo stesso Di Francesco aveva dato la sua piena fiducia. Ma l’infortunio ai legamenti delle ginocchia è una negatività che perseguita la Roma da anni: oltre a Mario Rui e Luca Pellegrini, lo stesso tipo di stop ha coinvolto di recente Emerson Palmieri, lo scorso 28 maggio nell’ultima di campionato. A loro, negli ultimi anni, si aggiungono gli infortuni ai legamenti dei giallorossi Strootman e Florenzi (entrambi oer due volte) Nura Abdullahi e Rudiger. Nove casi in poco più di tre anni, un conto amarissimo per la squadra giallorossa.

Condividi