Perotti: «Fortunato a giocare con Riquelme e Totti»

70
© foto www.imagephotoagency.it

Lunga intervista a Diego Perotti. Il giocatore argentino, arrivato alla Roma lo scorso gennaio, racconta la sua vita e la sua carriera ai microfoni del sito ufficiale giallorosso

Diego Perotti, attaccante della Roma, è il capocannoniere giallorosso con 3 gol realizzati nelle prime 2 giornate. Il giocatore arrivato dal Genoa lo scorso gennaio ha parlato al sito ufficiale dei giallorossi raccontando i suoi inizi (ha giocato a basket fino a 10 anni), il suo debutto a 18 anni, in Serie C, con il Deportivo Moron, la partita che ricorda con più piacere, ovvero quando segnò il primo gol con il Siviglia, segnato contro il Deportivo La Coruna e tanto altro.

LE PAROLE DELL’ARGENTINO – Così Perotti: «Quando ho cominciato a giocare Juan Roman Riquelme era il calciatore che mi piaceva di più e dal quale cercavo di imparare. Facevo il tifo per lui quando ero piccolo, giocava al Boca e da lì in poi avrebbe vinto tutto: è sempre stato il migliore per me. Ora è un piacere essere al fianco di Francesco Totti, il giocatore più importante della storia della Roma. Dei tempi del Siviglia direi Frederic Kanouté e Luis Fabiano Ruolo?Giocavo nella stessa posizione del mio idolo Riquelme: volevo essere come lui. In Argentina questo ruolo si chiama Enganche, indica la mezza punta che agisce dietro all’attaccante. L’avversario più forte?Manuel Pablo del Deportivo La Coruna, mi ha sempre messo in difficoltà. Ho lottato per essere un calciatore e sono contento di quello che ho fatto».

Antonio Parrotto
Giornalista sportivo. Non vendo sogni ma solide news. E anche panini, birre e patatine.
Condividi
Articolo precedente
torinoTorino, infortunio Martinez in Nazionale: gli aggiornamenti
Prossimo articolo
sampdoriaPraet: «Derby col Genoa? Non vedo l’ora»