Il Pescara diventa internazionale allargando i suoi confini fino in Canada

72
sebastiani pescara
© foto www.imagephotoagency.it

Il Pescara, dopo aver stretto un accordo con un azionista uruguaiano tre anni fa, torna ad allargare i suoi confini. Questa volta  verso il Canada

Il Pescara, del presidente Daniele Sebastiani, ha deciso di ampliare nuovamente i suoi orizzonti in campo internazionale. Risale infatti a 3 anni fa il primo ingresso straniero in società. Precisamente nel 2013 fu Victor Mesa, azionista uruguaino del Wanderers Montevideo, a rilevare il 10% del Delfino, portando denaro fresco, ma anche e soprattutto giocatori di valore in biancoazzurro. Uno su tutti Lucas Torreira, ceduto alla Sampdoria in estate per una cifra importante pari a 2 milioni di euro che ha permesso al Pescara di realizzare un ottima plusvalenza.

NUOVA PARTNERSHIP: Visti gli ottimi risultati ottenuti con Mesa, il Delfino ha deciso di aprire nuovamente le sue porte. Oggi la nuova partnership arriva direttamente dal Canada. Si tratta del Sanjaxx Soccer, società attualmente in seconda divisione canadese. Il Pescara ha stretto un accordo che prevede il reciproco scambio di giocatori e tecnici, che sbarcheranno da Toronto alle rive dell’Adriatico e viceversa. Dietro questa importante operazione societaria, c’è lo zampino del vice presidente pescarese Gabriele Bankowski che ha portato in Italia il tecnico e il presidente del Sanjaxx per parlare direttamente con Sebastiani. Con questo progetto il club biancoazzurro vuole coinvolgere la grande comunità abruzzese presente in Canada, allargando i suoi confini oltreoceano. Se i risultati in campo tardano ad arrivare, fuori dal manto erboso il Delfino è attivo più che mai e punta a crescere sempre di più.

 

Condividi