Pescara, Biraghi: «Roma? Abbiamo una speranza»

26
biraghi
© foto www.imagephotoagency.it

L’esterno del Pescara in vista della sfida alla Roma: meno complimenti, più punti

Incontro coi tifosi per Cristiano Biraghi, esterno di un Pescara in grosse difficoltà, sia dal punto di vista dell’organico che della classifica, che vede gli abruzzesi al terzultimo posto con appena 7 punti, di cui 3 a tavolino: è l’unica squadra che non ha ancora ottenuto una vittoria sul campo, e la mancanza di punti di fa sentire. Nel frattempo però per l’esterno scuola Inter, è arrivata una soddisfazione personale, con la convocazione del CT Ventura per lo stage degli scorsi giorni al quale hanno partecipato tanti giocatori tenuti d’occhio dal commissario tecnico per eventuali convocazioni future: «Lo stage? Una bella soddisfazione, ma ora è finita e bisogna pensare al Pescara». Questo il commento del giocatore a margine dell’evento.
ROMA – La ricerca di punti partirà dal prossimo impegno, piuttosto difficile visto che il Pescara sarà ospite all’Olimpico nel posticipo contro la Roma: «La sfida contro la Roma è difficile, ma sappiamo che se facciamo le cose come sappiamo abbiamo una speranza, sbagliando atteggiamento no.
SEBASTIANI – In settimana ha parlato anche il Presidente dei delfini Daniele Sebastiani, che ha affermato di preferire i punti rispetto ai complimenti per la sua squadra: «Le parole del Presidente? Quando parla abbiamo il dovere di ascoltarlo – prosegue Biraghi anche perché dice cose giuste: coi complimenti saremo più avanti in classifica, ma la realtà dei fatti è un’altra. Abbiamo tanti infortunati, ma il gruppo si vede in questi momenti».
SALVEZZA – Dopo l’impegno dell’Olimpico il campionato proseguirà e per gli abruzzesi arriveranno 4 sfide importantissime per chiudere l’anno bene: «Le prossime – chiude l’esterno abruzzese – saranno 4 gare dove dovremo fare le cose che sappiamo, sono importanti ma non dobbiamo pensarle come gare della vita, non ci crea dei benefici. Puntiamo ad arrivare a gennaio con più punti possibili».

Condividi