Pescara, è tempo di contestazione

36
sebastiani pescara
© foto www.imagephotoagency.it

Il Pescara non ha vissuto una prima parte di stagione esaltante, la classifica piange e i tifosi fischiano

In vista di Pescara – Empoli erano 13.000 gli spettatori pronti a supportare la squadra per contribuire alla vittoria. I presupposti per una giornata di rinascita c’erano tutti: scontro diretto con una concorrente per la salvezza e cornice di pubblico calorosa. Ma la squadra di Massimo Oddo ha toppato ancora una volta, perdendo ogni speranza di vittoria dopo soli 20 minuti di gara. Al termine dei 90 regolamentari, come testimoniano le pagine de Il Centro, è scoppiata la contestazione dei tifosi a suon di fischi.
CRISI – Episodio evidenziato ancor di più da quanto successo pochi minuti dopo, ovvero i tanti applausi della Nord a Uros Cosic, uno che la maglia l’ha sempre sudata. Le classiche chiacchiere da bar che fanno seguito al match sono caratterizzate dalla presa di mira nei confronti persino di gente come Hugo Campagnaro e Gianluca Caprari. Qualcuno poi ha ipotizzato l’esonero dell’allenatore Massimo Oddo. Così come anche sui social le critiche non vengono, di certo, risparmiate e ce n’è per tutti, dal Presidente all’arbitro. A Pescara regna la sfiducia e i 13.000, così come i tifosi rimasti a guardarla davanti alla tv, non ci credono più.

Condividi