Petrachi: «Non do voti, parola al campo»

53
© foto www.imagephotoagency.it

Gianluca Petrachi, direttore sportivo del Torino, ha commentato il mercato del club granata e ha parlato della scelta del tecnico e del capitano

Giornata importante in casa Torino con Gianluca Petrachi a fare da padrone di casa per le presentazioni di De Silvestri, Castan, Valdifiori e Rossettini. Il direttore sportivo granata ha parlato del mercato ma non solo: «Non do voti. Le campagne acquisti lasciano il tempo che trovano, è poi il campo a parlare. Sicuramente abbiamo prodotto importanti plusvalenze. Bselli? Un intermediario mi ha proposto lo scambio con Kucka ma parlando con il mister abbiamo deciso di non andare oltre. Per alzare l’asticella abbiamo voluto inserire calciatori già formati accanto a giovani da far crescere».

IL CAPITANO E IL TECNICO – Prosegue il direttore sportivo granata: «Nuovo capitano? Deve sceglierlo più l’allenatore che la società. Io non so se il mister stia pensando di dare la fascia a qualcun altro, verrà valutato in corso d’opera. Mihajlovic? Lo abbiamo scelto per portare una filosofia differente rispetto a quella di Ventura. Ero consapevole che avrei dovuto cambiare molto in quanto il mister aveva in mente di giocare con il 4-3-3. Io e il presidente lo abbiamo voluto fortissimamente e più si va avanti più inizio a capire la sua filosofia».

Antonio Parrotto
Giornalista sportivo. Non vendo sogni ma solide news. E anche panini, birre e patatine.
Condividi
Articolo precedente
flaminiFlamini, niente Roma. E’ del Crystal Palace: è ufficiale
Prossimo articolo
inter de boerInter, Simeone per il dopo De Boer: ecco quando