Pierino Prati: «Cerci fa la differenza. Su Balotelli…»

10
© foto www.imagephotoagency.it

L’ ex punta rossonera ci dice la sua sul mondo Milan

Una stagione difficile, quella passata, una con molte incertezza, quella che deve ancora incominciare. E’ un po’ questo lo specchio del Milan attuale, un cantiere sempre aperto, fatto di alti e bassi sia sul campo che sul mercato. La sessione estiva per le trattative è quasi giunta a conclusione e stiamo entrando in piena zona Galliani, quindi cosa aspettarsi da questi ultimi caldi giorni di agosto? La risposta ha cercato di darcela un nobile ex del diavolo, Pierino Prati, che ha parlato in esclusiva per noi di Calcionews24.com.

Secondo lei il Milan attuale è una squadra che può competere per le zone alte della classifica?

«Il mercato intanto non è ancora finito e in questi 15 giorni che mancano, credo che la rosa verrà arricchita. Penso che questa attesa possa far pensare che il Milan sia sicuro di quello che sta facendo. Ora la squadra è buona, ma si parla anche di due giocatore che possono dare spessore al gruppo e, se verranno presi, penso che poi se la potrà giocare con tanti. Bisogna avere un po’ di pazienza, si può presumere che vogliano prendere Tizio, Caio o Sempronio, ma credo che questo modo di comportarsi possa voler significare che la società rossonera ha le idee chiare su dove arrivare e su come portare a casa i giocatori che sono ritenuti importanti».

Insistendo su questo, il nome di Alessio Cerci potrebbe essere quello adatto per lo scacchiere rossonero?

«Nel suo ruolo cerca molto l’ uno contro uno perché ha quelle qualità che gli permettono di poter fare la differenza. Credo che il tipo di giocatore sia quello, ripeto uno che sa fare davvero la differenza, ma si devono aggiungere altri che devono dimostrare di essere da Milan. Chi viene in un club come questo devo sapere che arriva in una società che gioca per vincere. Ovvio poi ci sono anche gli avversari, ma rimane comunque un palcoscenico che tutti vorrebbero calcare».

Il Liverpool sembrerebbe seriamente interessato a Balotelli. Per lei è più giusto venderlo o continuare a puntare su di lui?

«In questo calcio nessuno è incedibile. Balotelli è un giocatore importante e anche molto discusso, però è un profilo che secondo molte società può fare la differenza, per cui non sarebbe uno scandalo se ci fosse una trattativa per lui. Bisogna vedere a che basi lo vogliono acquistare, ovvio è che il Milan non può svendere un giocatore simile. Quindi o sarà un affare per il Milan o non s’ ha da fare».

Loris Cipollini

Condividi