Pisa, la Lega B venderà la società

63
abodi serie b
© foto www.imagephotoagency.it

A Pisa regna sovrano il caos, Gattuso e i suoi calciatori navigano a vista sperando che si arrivi a una soluzione

Quest’oggi si è tenuto un incontro, mediato dal giornalista Ivan Zazzaroni, cui hanno preso parte il presidente della Lega B, Andrea Abodi, il figlio del presidente del Pisa, Lorenzo Petroni, il tecnico, Gennaro Gattuso, e Pablo Dana, rappresentante di un fondo di Dubai intenzionato a rilevare le quote del club toscano. Abodi ha dichiarato che: «La Lega B ha ricevuto il benestare della famiglia Petroni per vagliare tutte le offerte di acquisizione della società, ricevendo quindi il mandato per la cessione delle quote».

INTRIGO NEROAZZURRO – Come si evince dall’edizione online de La Nazione, il patron del Pisa assicura che gli stipendi dei tesserati saranno pagati entro, e non oltre, il 16 ottobre. Se Dana, da suo canto, avanza la propria candidatura, Abodi fa sapere che non ci sono le garanzie economiche necessarie per la vendita. Rivelando, inoltre, che un facoltoso imprenditore del Nord Italia ha chiesto delucidazioni in merito e, a breve, farà recapitare la sua offerta. Conclude mister Gennaro Gattuso: «Manca la gestione quotidiana e la programmazione della società. La messa in mora non è stata decisa preventivamente dalla squadra, ma riguarda dei vecchi pagamenti insoluti».

Condividi