Pisa, qualcosa si muove: la proprietà pronta a trattare la cessione

57
Futuro Pisa pisa gattuso
© foto www.imagephotoagency.it

Sono state presentate ieri due offerte per l’acquisto del Pisa. Oggi è attesa la risposta di Petroni

AGGIORNAMENTO 25 NOVEMBRE – Qualcosa sembra aprirsi in casa Pisa. Dopo l’intervento del presidente della Lega B, Abodi, la proprietà del club nerazzurro apre alla cessione del club. Ecco il comunicato diramato dai proprietari della società nerazzurra: «Carrara Holding in considerazione dell’impegno profuso dalla Lega B nella persona del proprio presidente Andrea Abodi per porre in essere nella massima professionalità, le più opportune procedure per la cessione dell’AC Pisa 1909, desidera concretamente ribadire il massimo rispetto per le Istituzioni sempre manifestato dalla attuale proprietà, anche nelle più delicate circostanze.Carrara Holding dà pertanto la propria disponibilità ad incontrare separatamente entrambi gli offerenti con le modalità che la stessa Lega vorrà, come già avvenuto nel recente passato, determinare».

C’è ancora speranza per il Pisa. Il club toscano, attualmente diciottesimo in Serie B con 15 punti conquistati in altrettante gare, vive un momento ancora più difficile e complicato fuori dal campo.

OFFERTE – Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, ieri la cordata CorradoRicci e l’Ipm di Ruggeri hanno presentato le offerte vincolanti per l’acquisto alla Lega B della società nerazzurra. Queste sono state rigirate poi al club di Fabio Petroni che in mattinata dovrebbe indicare quale delle due è la migliore. L’offerta di CorradoRicci supera nettamente i 4,5 milioni di euro che occorrono per coprire debiti e pendenze, mentre Ruggeri ha preferito mantenere riserbo sulla sua proposta.

FUTURO – Resta da capire quale sarà lo scenario per il futuro Pisa. In caso di rifiuto di entrambe le offerte sarà difficile proseguire l’avventura in Serie B, non solo per la situazione in campo. L’alternativa per Petroni e Lucchesi sarebbe quella di vendere nella sessione di calciomercato di gennaio, smantellando così la rosa allenata da Gattuso che dovrebbe finire il campionato solo con i giovani. Si arriverebbe così inevitabilmente alla retrocessione e al fallimento del Pisa. Ma la speranza dei tifosi pisani e del presidente della Lega B Abodi è quella di risolvere la vicenda entro metà dicembre.

Condividi