E’ già Napoli – Juve: proteste per il mancato giallo a Pjanic con la Samp

181
pjanic
© foto www.imagephotoagency.it

Pjanic, diffidato, ha rischiato l’ammonizione nel match tra Sampdoria e Juventus. Grandi proteste da Napoli: il prossimo match sarà proprio tra azzurri e bianconeri

Mancano ancora due settimane al posticipo della 30ª giornata di Serie A tra Napoli e Juventus ma si accendono già le polemiche. Dopo la diatriba a distanza tra la società azzurra e quella bianconera per i presunti torti arbitrali subiti dal Napoli nella sfida di Coppa Italia dello “Juventus Stadium” di qualche settimana fa, si riaccende la polemica in vista del big match del San Paolo in programma il 2 aprile alle ore 20.45. Il motivo delle polemiche? La mancata ammonizione di Miralem Pjanic nel match tra Sampdoria e Juventus. La sfida, dal punto di vista delle ammonizioni, è stata molto tranquilla: l’arbitro Tagliavento ha estratto solo due cartellini gialli, nel finale di gara, a Dani Alves e a Regini, colpevoli di reciproche scorrettezza. Pjanic, diffidato, ha commesso un fallo nel primo tempo su Linetty, un fallo da ammonizione secondo i partenopei ma non per l’arbitro Tagliavento che non ha estratto il giallo. Il centrocampista bosniaco della Juventus, subito dopo aver commesso il fallo (eravamo attorno al 25′), ha chiesto scusa al centrocampista della Sampdoria e all’arbitro della sfida (come si evince dalla foto che trovate al termine del pezzo) ma secondo i ‘complottisti’ il gesto del numero 5 juventino è stato letto come una sorta di ‘ringraziamento’ per il pericolo scampato (era diffidato e un’ammonizione gli avrebbe impedito di essere in campo con il Napoli). A riferirlo è “Premium Sport“.

Condividi