Miralem Pjanic: «Non sono alla Juve solo per le punizioni»

70
pjanic juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Pjanic, centrocampista della Juve, ha parlato dei suoi primi mesi in bianconero e del suo ruolo in campo

Miralem Pjanic, centrocampista della Juventus, ha parlato dal ritiro della Nazionale bosniaca prima del match di domenica contro la Grecia, valido per le qualificazioni al Mondiale. Il 26enne ha voluto commentare i suoi primi mesi in bianconero e il suo ottimo inizio di stagione, specificando simpaticamente che la vecchia Signora non l’ha preso solo per battere le punizioni. L’ex Roma ha spiegato le diversità di gioco che ha trovato da quando è a Torino, e come lui stesso abbia modificato il suo modo di stare in campo per la squadra. Queste le sue parole, rilasciate al Corriere dello Sport: «Non sono andato alla Juventus solo per battere le punizioni. A Torino ho trovato un nuovo stile di gioco con meno dribbling. Mi sono adattato, conosco meglio i miei compagni e loro conoscono meglio me ora, per questo il nostro gioco di squadra sta migliorando. Le aspettative sono alte, ma non sono preoccupato. Passo dopo passo cresceremo, ma quello che conta alla Juve è vincere».

Condividi