Probabili formazioni Serie A: guida alla 34ª giornata

donnarumma belotti milan-torino
© foto www.imagephotoagency.it

Probabili formazioni Serie A, guida alla 34ª giornata di campionato: ecco tutti gli ultimissimi aggiornamenti

Qui di seguito tutte le probabili formazioni della Serie A realtive alla 34ª giornata di campionato aggiornate in tempo reale.

Probabili formazioni Serie A – Atalanta-Juventus (28 aprile ore 20:45 – Stadio Atleti Azzurri d’Italia)

ATALANTA: Grande attesa per il primo anticipo di A, eccezionalmente al venerdì, per permettere alla Juve di preparare al meglio la sfida con il Monaco, in programma mercoledì. Gasperini pensa a delle possibili novità per affrontare i bianconeri: Kessié è stato convocato e non è al meglio e a centrocampo potrebbe esserci spazio per Cristante. In avanti invece potrebbe esserci, a sorpresa, l’inserimento di Hateboer al posto di Petagna con Papu Gomez unica punta.

Atalanta (3-4-2-1): Berisha; Masiello, Caldara, Toloi; Conti, Cristante, Freuler, Spinazzola; Kurtic, Gomez; Petagna. A disposizione: Gollini, Hateboer, Raimondi, Konko, Kessié, Grassi, D’Alessandro, Migliaccio, Paloschi, Mounier, Pesic. Allenatore: Gian Piero Gasperini.

JUVENTUS: Allegri ha già annunciato la formazione: in campo gli undici di Barcellona. Tornano Buffon, Dani Alves, Chiellini e Alex Sandro in difesa, Pjanic con Khedira in mezzo al campo (sarà squalificato in Champions League contro il Monaco), in avanti spazio ai “soliti” quattro tenori. Tra i pali torna Buffon, indisponibile Rugani causa una botta rimediata mercoledì in allenamento.

Juventus (4-2-3-1): Buffon; Dani Alves, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. A disposizione: Neto, Audero, Asamoah, Barzagli, Benatia, Lichtsteiner, Mattiello, Rincon, Lemina, Marchisio, Mandragora, Sturaro. Allenatore: Massimiliano Allegri.

Probabili formazioni Serie A – Torino-Sampdoria (28 aprile ore 20:45 – Stadio Olimpico Grande Torino)

TORINO: Grande entusiasmo in casa Toro dopo la bella vittoria di Verona, ma il tecnico Mihajlovic ha più di un dubbio per la gara contro la sua ex Samp. De Silvestri, altro grande ex della partita, non ci sarà causa problemi muscolari: riecco dal primo minuto Zappacosta sulla destra dopo il gol contro il Chievo. A sinistra ballottaggio Barreca-Avelar, con il secondo che sembra in vantaggio. Lukic torna a disposizione ma partirà quasi sicuramente dalla panchina. Da monitorare i recuperi degli acciaccati Benassi e Ajeti, che non dovrebbero prendere parte alla sfida.

Torino (4-2-3-1): Hart; Zappacosta, Rossettini, Moretti, Avelar; Acquah, Baselli; Iago Falque, Llajic, Boyé; Belotti. A disposizione: Padelli, Cucchietti, Barreca, Ajeti, De Silvestri, Valdifiori, Benassi, Gustafson, Maxi Lopez. Allenatore: Sinisa Mihajlovic.

SAMPDORIA: Sul fronte Samp, dopo le due sconfitte consecutive contro Sassuolo e Crotone, Giampaolo ha tanti ballottaggi da risolvere. Viviano deve smaltire un fastidio al ginocchio per l’estremo: pronto Puggioni a rimpiazzarlo. A centrocampo verrà rilanciato dall’inizio Linetty, mentre è in dubbio l’acciaccato Barreto. Sulla trequarti Bruno Fernandes si gioca una maglia da titolare con Alvarez per supportare il tandem d’attacco Schick-Quagliarella.

Sampdoria (4-3-1-2): Puggioni; Bereszynski, Skriniar, Silvestre, Dodò; Barreto, Torreira, Linetty; Bruno Fernandes; Schick, Quagliarella. A disposizione: Viviano, Falcone, Pavlovic, Regini, Simic, Praet, Cigarini, Alvarez, Djuricic, Palombo, Budimir. Allenatore: Marco Giampaolo.

Probabili formazioni Serie A – Roma-Lazio (30 aprile ore 12:30 – Stadio Olimpico di Roma)

ROMA: La Roma di Spalletti vuole blindare il secondo posto dalle mire di sorpasso futuro del Napoli. Buone notizie per Spalletti che da giovedì ha ritrovato a pieno regime il centrocampista De Rossi e dovrebbe riprendersi il posto da titolare a centrocampo insieme a Strootman. Con molta probabilità sulle fasce dovrebbero giocare sia Rudiger che Emerson, mentre in avanti potrebbe essere confermato dal 1’ la presenza di Stephan El Shaarawy. Si scalda in panchina, invece, Totti, pronto nel secondo tempo per quello che dovrebbe essere a tutti gli effetti il suo ultimo derby in carriera.

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Rudiger, Fazio, Manolas, Emerson; De Rossi, Strootman; Salah, Nainggolan, El Shaarawy; Dzeko. A disposizione: Alisson, Lobont, Vermaelen, Bruno Peres, Mario Rui, Paredes, Grenier, Juan Jesus, Gerson, Perotti, Totti. Allenatore: Luciano Spalletti.

LAZIO: La Lazio di Inzaghi vuole chiudere alla grande una stagione indimenticabile, almeno dal punto di vista dei derby. Il tecnico infatti recupera Radu per il derby, ma ci sono ancora diversi dubbi di formazione per i biancocelesti: qualora dovesse esserci il 3-4-2-1, Keita potrebbe finire in panchina con Felipe Anderson a supporto dell’unica punta Immobile. In caso di 4-3-3, spazio anche al senegalese reduce dalla tripletta contro il Palermo.

Lazio (3-4-2-1): Strakosha; Wallace, De Vrij, Radu; Basta, Parolo, Biglia, Lulic; Milinkovic Savic, Felipe Anderson; Immobile. A disposizione: Vargic, Bastos, Hoedt, Lukaku, Patric, Murgia, Luis Alberto, Crecco, Djordjievic, Keita, Tounkara, Lombardi. Allenatore: Simone Inzaghi.

Probabili formazioni Serie A – Genoa-Chievo (30 aprile ore 15:00 – Stadio Luigi Ferraris)

GENOA: rossoblù in piena crisi che a Marassi affronteranno una gara definita decisiva dal tecnico Ivan Juric. Quest’ultimo sembra intenzionato a confermare gran parte degli undici scesi in campo nel disastroso 4-0 dello Juventus Stadium. Unico cambio, in mezzo al campo dove ci sarà probabilmente titolare Rigoni, rientrante dalla squalifica, al posto di Cataldi e al fianco di Miguel Veloso. Possibile sorpresa, nello slot di sinistra della difesa a tre, l’inserimento di Biraschi in luogo di Gentiletti.

Genoa (3-5-2): Lamanna; Munoz, Burdisso, Gentiletti; Lazovic, Rigoni, Miguel Veloso, Ntcham, Laxalt; Palladino, Simeone. A disposizione: Zima, Orban, Brivio, Biraschi, Ninkovic, Beghetto, Cataldi, Morosini, Hiljemark, Taarabt, Pandev. Allenatore: Ivan Juric.

CHIEVO: L’avversario non sta certo bene, ma anche gli uomini di Maran non vincono dal 12 marzo e sono reduci da cinque stop consecutivi. In difesa dovrebbe rivedersi Gobbi, mentre in mezzo spazio a De Guzman con Birsa dietro a Inglese e Pellissier. Tornano tra i convocati Seculin e Gamberini.

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino; Frey, Dainelli, Spolli, Gobbi; Castro, Radovanovic, De Guzman; Birsa; Pellissier, Inglese. A disposizione: Seculin, Bressan, Cesar, Gamberini, Izco, Bastien, Kiyine, Depaoli, Hetemaj, Gakpé. Allenatore: Rolando Maran.

Probabili formazioni Serie A – Palermo-Fiorentina (30 aprile ore 15:00 – Stadio Renzo Barbera)

PALERMO: Per i rosanero, penultimi in classifica con appena 16 punti raccimolati in 33 giornate, potrebbe essere la domenica dell’aritmetica retrocessione in serie cadetta. Bortoluzzi dovrà fare a meno dello squalificato Gazzi in mezzo al campo, probabile maglia da titolare allora per Bruno Henrique. Ai box, invece, il lungodegente Rajkovic ed Embalo, vittima di uno stiramento.

Palermo (3-4-3): Posavec; Sunjic, Gonzalez, Goldaniga; Rispoli, Bruno Henrique, Jajalo, Pezzella; Lo Faso, Nestorovski, Sallai. A disposizione: Fulignati, Marson, Cionek, Vitiello, Morganella, Aleesami, Andelkovic, Diamanti, Trajkovski, Stefan Silva, Balogh. Allenatore: Diego Bortoluzzi.

FIORENTINA: In casa viola non ha sortito effetto il ricorso contro la squalifica di Kalinic, dunque Sousa si affiderà nuovamente a Babacar al centro dell’attacco. Qualche problema anche in difesa: sia Gonzalo Rodriguez che Tomovic sono alle prese con qualche acciacco, si tenterà di recuperare almeno uno dei due per schierarlo insieme a Sanchez ed Astori. Infine Sousa potrebbe mescolare le carte sulla trequarti, inserendo Ilicic e spostando Bernardeschi sulla fascia.

Fiorentina (3-4-1-2): Tatarusanu; Sanchez, Gonzalo Rodriguez, Astori; Tello, Vecino, Badelj, Chiesa; Bernardeschi, Borja Valero; Babacar. A disposizione: Sportiello, Dragowski, Tomovic, De Maio, Cristoforo, Salcedo, Olivera, Milic, Saponara, Ilicic, Hagi. Allenatore: Paulo Sousa.

Probabili formazioni Serie A – Crotone-Milan (30 aprile ore 15:00 – Stadio Ezio Scida)

CROTONE: Il Crotone di Nicola è in piena corsa per la salvezza e ha risucchiato pure il Genoa in questa bagarre. Squadra che vince non si cambia per i calabresi e per questo, dopo il successo di Marassi, il 4-4-2 non subirà grosse variazioni e, nonostante i due gol decisivi, Simy partirà dalla panchina.

Crotone (4-4-2): Cordaz; Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella; Rohden, Crisetig, Barberis, Stoian; Falcinelli, Trotta. A disposizione: Festa, Dussenne, Mesbah, Sampirisi, Claiton, Kotnik, Tonev, Suljic, Capezzi, Simy, Acosty, Nalini. Allenatore: Davide Nicola.

MILAN: Il Milan vive l’incubo di una mancata qualificazione europea e deve far fronte alle assenze, come quella di De Sciglio, finito nell’occhio del ciclone negli ultimi giorni e squalificaro al pari di Sosa. Nonostante le voci di calciomercato, Bacca dovrebbe tornare titolare al centro dell’attacco.

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Zapata, Paletta, Romagnoli; Pasalic, Josè Sosa, Mati Fernandez; Suso, Bacca, Deulofeu. A disposizione: Storari, Plizzari, Gomez, Antonelli, Kucka, Locatelli, Vangioni, Poli, Honda, Lapadula, Ocampos. Allenatore: Vincenzo Montella.

Probabili formazioni Serie A – Cagliari-Pescara (30 aprile ore – 15:00 Stadio Sant’Elia)

CAGLIARI: Rastelli giocherà con il solito 4-3-1-2, con Joao Pedro che agirà alle spalle di Sau e Borriello, per continuare a raccogliere vittorie davanti al pubblico amico. Due i ballottaggi: Barella-Padoin a centrocampo e Salamon-Pisacane in difesa.

Cagliari (4-3-1-2): Rafael; Isla, Salamon, Bruno Alves, Murru; Ionita, Tachtsidis, Barella; Joao Pedro; Sau, Borriello. A disposizione: Gabriel, Colombo, Pisacane, Capuano, Miangue, Deiola, Ceppitelli, Padoin, Di Gennaro, Faragò, Farias, Han. Allenatore: Massimo Rastelli.

PESCARA: Per quanto riguarda il Pescara, retrocesso dopo la sconfitta con la Roma, mister Zeman non potrà contare su Biraghi, squalificato per accumulo di ammonizioni: al suo posto ci sarà Crescenzi. Da valutare anche le condizioni di Campagnaro.

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Zampano, Coda, Bovo, Crescenzi; Coulibaly, Muntari, Memushaj; Benali, Cerri, Caprari. A disposizione: Bizzarri, Aldegani, Stendardo, Campagnaro, Fornasier, Verre, Kastanos, Bruno, Muric, Brugman, Cubas, Mitrita, Bahebeck. Allenatore: Zdenek Zeman.

Probabili formazioni Serie A – Empoli-Sassuolo (30 aprile ore 15:00 – Stadio Carlo Castellani)

EMPOLI: I padroni di casa, diciassettesimi con 29 punti, hanno il dovere di vincere per tenere a distanza il Crotone nella lotta alla salvezza. Positivo il trend dei toscani che nelle ultime 5 gare hanno ottenuto 2 vittorie e 1 pareggio. Martusciello dovrà far fronte all’assenza del centravanti Levan Mchedlidze, infortunatosi al ginocchio nell’ultimo turno contro il Milan, e dovrà valutare le condizioni dell’esperto Croce, che resta in dubbio. Sempre out Buchel.

Empoli (4-3-1-2): Skorupski; Laurini, Bellusci, Barba, Pasqual; Tello, Dioussè, Krunic; El Kaddouri; Thiam, Maccarone. A disposizione: Pelagotti, Pugliesi, Costa, Dimarco, Veseli, Croce, Zambelli, Buchel, Josè Mauri, Marilungo, Pucciarelli. Allenatore: Giovanni Martusciello.

SASSUOLO: Di Francesco è nuovamente chiamato a gestire l’emergenza infortuni, un classico di questa stagione in casa neroverde, stavolta almeno solo per il centrocampo: Missiroli in forse e Pellegrini out per una distrazione al polpaccio. Torna a disposizione invece Politano, nella speranza di una maglia da titolare a Empoli.

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Acerbi, Cannavaro, Peluso; Mazzitelli, Aquilani, Duncan; Berardi, Matri, Ragusa. A disposizione: Pomini, Letschert, Dell’Orco, Antei, Adjapong, Biondini, Magnanelli, Sensi, Missiroli, Iemmello, Politano, Ricci, Defrel. Allenatore: Eusebio Di Francesco.

Probabili formazioni Serie A – Bologna-Udinese (30 aprile ore 15.00 – Stadio Renato Dall’Ara)

BOLOGNA: Rossoblù a 35 punti in classifica, non ancora matematicamente salvi a differenza degli avversari. Donadoni, dopo aver ritrovato Mirante e Verdi, dovrà sopperire a diverse assenze: Dzemaili e Pulgar sono squalificati, Di Francesco starà fuori per il recente infortunio al ginocchio (rientro tra una ventina di giorni). Sul versante destro della difesa, ballottaggio a tre Mbaye-Torosidis-Krafth. A centrocampo, quindi, spazio a Donsah, mentre in avanti, Verdi e Krejci spalleggeranno Destro.

Bologna (4-3-3): Mirante; Mbaye, Gastaldello, Maietta, Masina; Donsah, Viviani, Taider; Verdi, Destro, Krejci. A disposizione: Da Costa, Oikonomou, Krafth, Torosidis, Rizzo, Okowonko, Sadiq, Petkovic. Allenatore: Roberto Donadoni.

UDINESE: in difesa, Delneri deve sciogliere il dubbio relativo ad Angella (ferita al ginocchio); in caso di forfait pronto Adnan. A centrocampo, Badu è favorito su Kums (che ha da poco annunciato il suo ritorno al Watford e quindi il suo addio all’Udinese). In avanti, Perica scalpita dopo il gol di domenica contro il Cagliari e potrebbe soffiare il posto da titolare a Thereau per fare reparto con De Paul e Zapata.

Udinese (4-3-3): Karnezis; Widmer, Danilo, Adnan, Felipe; Badu, Hallfredsson, Jankto; De Paul, Zapata, Thereau. A disposizione: Scuffet, Perisan, Gabriel Silva, Heurtaux, Angella, Balic, Kums, Lucas Evangelista, Ewndro, Matos, Perica. Allenatore: Luigi Del Neri.

Probabili formazioni Serie A – Inter-Napoli (30 aprile ore 20:45 – Stadio Giuseppe Meazza)

INTER: Due punti in cinque partite per la formazione nerazzurra, attualmente fuori dalla zona Europa League, con il tecnico Pioli a rischio esonero in caso di debacle con i partenopei: l’allenatore di Parma sembra intenzionato a riproporre il 4-2-3-1 visto a Firenze, con Nagatomo confermato dal 1′ al posto dell’infortunato Ansaldi.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Medel, Miranda, Nagatomo; Gagliardini, Kondogbia; Candreva, Joao Mario, Perisic; Icardi. A disposizione: Carrizo, Berni, Andreolli, Sainsbury, Santon, Murillo, Biabiany, Brozovic, Banega, Eder, Gabriel Barbosa, Palacio. Allenatore: Stefano Pioli.

NAPOLI: Gli azzurri, reduci dal 2-2 col Sassuolo, sono a -4 dal secondo posto detenuto dalla Roma e Sarri si presenta a San Siro con l’organico al completo: ballottaggio Allan-Zielinski a centrocampo, mentre in attacco si va verso la conferma del tridente leggero formato da Callejon, Mertens e Insigne. Strinic ancora favorito su Ghoulam a sinistra.

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Strinic; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. A disposizione: Sepe, Rafael, Ghoulam, Chiriches, Maksimovic, Maggio, Diawara, Zielinski, Rog, Pavoletti, Milik. Allenatore: Maurizio Sarri.

Condividi