Probabili formazioni Serie A: guida alla 35ª giornata

el shaarawy roma
© foto www.imagephotoagency.it

Probabili formazioni Serie A: guida alla 35ª giornata, ecco tutte le possibili novità e le ultimissime notizie

Napoli-Cagliari (sabato, h 18.00)

NAPOLI: I padroni di casa vengono da 3 vittorie e 2 pareggi nelle ultime 5 sfide di campionato e andranno alla ricerca della vittoria per strappare il secondo posto alla Roma. Sarri sarà chiamato a sostituire lo squalificato Koulibaly e dovrà valutare le condizioni di Hamsik, acciaccato a causa di un problema muscolare. Per la sostituzione del difensore, Maksimovic è in leggero vantaggio su Chiriches mentre dovrebbe essere Zielinski, sostituto naturale dello slovacco, a prendere il posto del 17.

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Maksimovic, Albiol, Ghoulam; Allan, Jorginho, Zielinski; Callejon, Mertens, Insigne. A disposizione: Rafael, Sepe, Chiriches, Maggio, Strinic, Diawara, Rog, Hamsik, Giaccherini, Pavoletti, Milik. Allenatore: Maurizio Sarri.

CAGLIARI: Rastelli potrà contare, nuovamente, sulla spinta propulsiva di Mauricio Isla, il cileno è tornato a disposizione dopo aver saltato la sfida contro il Pescara per infortunio. Sardi reduci da 3 vittorie e 2 ko nelle ultime 5 gare stagionali, con la salvezza matematica già in tasca.

Cagliari (4-3-1-2): Rafael; Isla, Pisacane, Bruno Alves, Murru; Barella, Tachtsidis, Ionita; Joao Pedro; Sau, Borriello. A disposizione: Gabriel, Crosta, Capuano, Pisacane, Salamon, Deiola, Di Gennaro, Faragò, Padoin, Farias, Han. Allenatore: Massimo Rastelli.

 

Juventus-Torino (sabato, h 20.45)

JUVENTUS: Il derby della Mole potrebbe sancire, anche se solo platonicamente lo Scudetto alla Juve (per l’aritmetica bisognerà attendere la sfida tra Milan e Roma di domenica sera, ma se la Roma dovesse fare peggio dei bianconeri ‘regalerebbe’ lo Scudetto alla Juve). Allegri pensa anche al Monaco e cambia in difesa: in porta ci sarà Neto, in difesa spazio a Lichtsteiner, Bonucci, Benatia, Asamoah, nessuna novità a centrocampo mentre in avanti potrebbe essere concesso un turno di riposo a Mandzukic e Sturaro da esterno. Assenti Buffon (non convocato), Rugani, Pjaca.

Juventus (4-2-3-1): Neto; Lichtsteiner, Bonucci, Benatia, Asamoah; Khedira, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Sturaro; Higuain. A disposizione: Buffon, Audero, Barzagli, Chiellini, Dani Alves, Alex Sandro, Mattiello, Rincon, Marchisio, Lemina, Mandragora, Mandzukic. Allenatore: Massimiliano Allegri.

TORINO: Il Torino di Mihajlovic sfiderà la Juve con il 4-2-3-1, modulo coraggioso con in campo tanto talento: con Zappacosta e Molinaro sulle corsie laterali difensive e con Iago Falque, Ljajic, Boyè alle spalle dell’unica punta Belotti. Non convocato De Silvestri, infortunato.

Torino (4-2-3-1): Hart; Zappacosta, Rossettini, Moretti, Avelar; Acquah, Baselli; Iago Falque, Llajic, Boyé; Belotti. A disposizione: Padelli, Cucchietti, Barreca, Ajeti, De Silvestri, Valdifiori, Benassi, Gustafson, Maxi Lopez. Allenatore: Sinisa Mihajlovic.

 

Udinese-Atalanta (domenica, h 12.30)

UDINESE: Nessuno squalificato, tra i padroni di casa, per il “lunch match” contro la grande rivelazione del campionato, ma mister Delneri dovrà ancora fare a meno dei lungodegenti Fofana, Samir, Gnoukouri e Faraoni. I principali dubbi riguardano la cerniera di centrocampo, con Kums e Hallfredsson a contendersi una maglia da titolare.

Udinese (4-3-3): Karnezis; Widmer, Danilo, Felipe, Adnan; Badu, Kums, Jankto; De Paul, Zapata, Thereau. A disposizione: Scuffet, Perisan, Gabriel Silva, Heurtaux, Angella, Balic, Lucas Evangelista, Hallfredsson, Matos, Ewandro, Perica. Allenatore: Luigi Delneri.

ATALANTA: Gasperini si presenta invece a Udine per una partita fondamentale in chiave Europa privo di due colonne del suo undici stagionale: Conti e Freuler sono infatti stati appiedati per un turno dal Giudice Sportivo. Bergamaschi che dovranno fare i conti anche con le assenze per infortunio di Zukanovic, Hateboer e Kessié. In mediana, allora, probabile trovi spazio una pedina come Grassi.

Atalanta (3-4-2-1): Berisha; Masiello, Caldara, Toloi; Conti, Cristante, Freuler, Spinazzola; Kurtic, Gomez; Petagna. A disposizione: Gollini, Hateboer, Raimondi, Konko, Kessié, Grassi, D’Alessandro, Migliaccio, Paloschi, Mounier, Pesic. Allenatore: Gian Piero Gasperini.

 

Chievo-Palermo (domenica, h 15.00)

CHIEVO: Problemi in difesa nei clivensi: out per squalifica Gobbi e DePaoli, si sono inoltre fatti male Dainelli e Spolli vittime di noie muscolari. Il ristabilito Cacciatore dovrebbe agire a destra, al centro Gamberini mentre a sinistra verrà impiegato Frey. A centrocampo verso la conferma Bastien, visto che Hetemaj non è apparso pienamente recuperato. In attacco tornerà Pellissier in coppia con Inglese.

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Cesar, Gamberini, Frey; Castro, Radovanovic, Bastien; Birsa; Pellissier, Inglese. A disposizione: Seculin, Bressan, Sardo, Troiani, Rigoni, Hetemaj, Izco, de Guzman, Kiyine, Gakpé. Allenatore: Maran.

PALERMO: Squalificato Nestorovski, potrebbe essere rispolverato Balogh con la conferma della qualità di Diamanti sulla trequarti. Indisponibile Rajkovic, lavoro solo in parte col gruppo per Gazzi che resta in dubbio per Verona.

Palermo (3-5-1-1): Fulignati; Cionek, Goldaniga, Andelkovic; Rispoli, Bruno Henrique, Jajalo, Gazzi, Aleesami; Diamanti; Balogh. A disposizione: Posavec, Marson, Gonzalez; Sunjic, Vitiello, Morganella, Pezzella, Chochev, Trajkovski, Lo Faso, Sallai. Allenatore: Bortoluzzi.

 

Empoli-Bologna (domenica, h 15.00)

EMPOLI: Poco probabile il ritorno tra i convocati per Mchedlidze e Marilungo, nell’attacco toscano potrebbe essere riproposto il tandem Thiam-Pucciarelli. Recuperati Veseli e Croce, in ripresa anche Laurini. Potrebbe restare fuori Krunic per un fastidio al collaterale, sarà da valutare nell’ultimo allenamento ma Tello è in preallarme.

Empoli (4-3-1-2): Skorupski; Zambelli, Bellusci, Barba, Pasqual; Krunic, Dioussé, Croce; El Kaddouri; Thiam, Pucciarelli. A disposizione: Pelagotti, Pugliesi, Dimarco, Veseli, Costa, Laurini, Cosic, Tello, Mauri, Zajc, Maccarone, Marilungo. Allenatore: Giovanni Martusciello.

BOLOGNA: Tornano tra i convocati Dzemaili e Pulgar, scontate le rispettive squalifiche, ma lo svizzero è fermo a Casteldebole per una contrattura muscolare e non sarà in campo ad Empoli. Non al meglio neppure Masina, in difesa occasione per Krafth e Mbaye. Primi passi in gruppo per Torosidis, Di Francesco e Helander che puntano quantomeno alla convocazione.

Bologna (4-3-3): Mirante; Krafth, Gastaldello, Maietta, Mbaye; Pulgar, Viviani, Taider; Verdi, Destro, Krejci. A disposizione: Da Costo, Torosidis, Oikonomou, Helander, Okwonkwo, Donsah, Tabacchi, Rizzo, Petkovic, Sadiq. Allenatore: Roberto Donadoni.

 

Genoa-Inter (domenica, h 15.00)

GENOA: Contro i nerazzurri Juric potrebbe dare spazio a Cataldi dall’inizio per una maggiore copertura a centrocampo, in alternativa è pronto Pandev. Out Laxalt (squalificato), sulla fascia sinistra ci sarà Beghetto. Probabile nuova esclusione dai convocati per Taarabt, tornati a lavorare con la squadra invece Ntcham e Rubinho.

Genoa (3-5-2): Lamanna; Munoz, Burdisso, Gentiletti; Lazovic, Rigoni, Miguel Veloso, Cataldi, Beghetto; Simeone, Palladino. A disposizione: Rubinho, Zima, Biraschi, Orban, Brivio, Cofie, Hiljemark, Ninkovic, Morosini, Ntcham, Pandev, Pellegri. Allenatore: Ivan Juric.

INTER: Fuori combattimento Miranda, fermato da un risentimento muscolare, in campo ci sarà Andreolli complice anche la squalifica di Murillo. Possono tornare titolari Perisic e Kondogbia, il francese in ballottaggio con Brozovic per un posto a centrocampo. Sulla trequarti si rinnova il duello Banega-Joao Mario.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Medel, Andreolli, Nagatomo; Kondogbia, Gagliardini; Candreva, Joao Mario, Perisic; Icardi. A disposizione: Carrizo, Berni, Miranda, Ansaldi, Santon, Sainsbury, Banega, Biabiany, Brozovic, Eder, Gabigol, Palacio. Allenatore: Stefano Pioli.

 

Lazio-Sampdoria (domenica, h 15.00)

LAZIO: Mister Inzaghi proporrà ancora la difesa a tre, grazie al recupero di De Vrij e Lukaku dopo l’affaticamento post derby. Recuperato anche Immobile, conferma per Keita in avanti con al suo fianco. Rischia ancora Felipe Anderson, ma la squalifica di Parolo fa salire le chances di titolarità del brasiliano.

Lazio (3-4-2-1): Strakosha, Bastos, De Vrij, Wallace, Basta, Milinkovic-Savic, Biglia, Lulic, Felipe Anderson, Keita, Immobile. A disposizione: Vargic, Hoedt, Patric, Radu, Lukaku, Murgia, Crecco, Lombardi, Luis Alberto, Djordjevic. Allenatore: Simone Inzaghi.

SAMPDORIA: A Bogliasco Giampaolo ha ritrovato in gruppo Barreto e Budimir, test sul campo da mercoledì anche per Viviano ma resta probabile la conferma di Puggioni. Si sono mossi in gruppo Muriel, Sala e Schick, possibile la convocazione per tutti e tre in vista della trasferta di Roma.

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano, Bereszynski, Skriniar, Silvestre, Regini, Barreto, Torreira, Praet, Bruno Fernandes, Budimir, Quagliarella. A disposizione: Puggioni, Falcone, Pavlovic, Dodò, Simic, Sala, Linetty,Djuricic, Alvarez, Cigarini, Muriel, Schick. Allenatore: Marco Giampaolo.

 

Pescara-Crotone (domenica, h 15.00)

PESCARA: I padroni di casa, già retrocessi, proveranno a regalare una gioia ai propri tifosi in una stagione di sofferenze. Mister Zeman potrà contare su Sulley Muntari, vista la cancellazione della squalifica per aver abbandonato il campo contro il Cagliari a seguito di cori razzisti. In difesa Fornasier e Bovo dovrebbero essere i due centrali, mentre in attacco probabile tridente Benali-Cerri-Caprari. In panchina si rivede Gilardino.

Pescara (4-3-3): Fiorillo, Zampano, Fornasier, Bovo, Biraghi, Verre, Muntari, Memushaj, Benali, Cerri, Caprari. A disposizione: Bizzarri, Aldegani, Coda, Crescenzi, Coulibaly, Milicevic, Kastanos, Brugman, Mitrita, Cubas, Bahebeck, Gilardino. Allenatore: Zeman.

CROTONE: Ospiti a caccia dei tre punti a tutti i costi per continuare a credere nella corsa salvezza. Nicola però deve fare a meno del suo bomber Diego Falcinelli e di Crisetig in mezzo al campo, entrambi causa squalifica. Al loro posto probabile fiducia dal primo minuto in Simy e Capezzi.

Crotone (4-4-2): Cordaz, Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella, Rohden, Capezzi, Barberis, Nalini, Simy, Trotta. A disposizione: Festa, Cuomo, Dussenne, Sampirisi, Claiton, Mesbah, Kotnik, Suljic, Tonev, Acosty. Allenatore: Nicola.

 

Sassuolo-Fiorentina (domenica, h 15.00)

SASSUOLO: Sassuolo reduce da quattro vittorie consecutive e dalla bella vittoria di Empoli, ma con qualche dubbio di formazione che Di Francesco non ha ancora del tutto risolto. Ancora a parte Defrel, che rimane in dubbio, mentre non prenderanno parte alla sfida contro la Fiorentina gli acciaccati Dell’Orco, Mazzitelli, Missiroli e Pellegrini. Dovrebbero essere rilanciati nell’undici di partenza Politano e Cannavaro, preferiti ad Antei.

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Acerbi, Cannavaro, Peluso; Aquilani, Sensi, Duncan; Berardi, Matri, Politano. A disposizione: Pomini, Letschert, Adjapong, Antei, Gazzola, Biondini, Magnanelli, Iemmello, Ragusa, Defrel, Ricci. Allenatore: Eusebio Di Francesco.

FIORENTINA: Settimana di contestazione alla società e alla squadra (figlia della brutta sconfitta di Palermo), Sousa si aggrappa alle residue speranze di Europa League riluttando nella mischia Kalinic, che torna a disposizione dopo il doppio turno di squalifica e sarà regolarmente al centro dell’attacco con Babacar che va verso la panchina. Recuperato Gonzalo Rodriguez, ritorno importante perché in difesa mancherà Astori per squalifica. Titolare sulla trequarti Bernardeschi, con Ilicic che partirà dalla panchina.

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Sanchez, Gonzalo Rodriguez, Tomovic; Chiesa, Vecino, Badelj, Tello; Borja Valero, Bernardeschi; Kalinic. A disposizione: Sportiello, Satalino, De Maio, Salcedo, Maxi Olivera, Milic, Saponara, Cristoforo, Ilicic, Hagi, Babacar, Mlakar. Allenatore: Paulo Sousa.

 

Milan-Roma (domenica, h 20.45)

MILAN: Da Milanello filtra pessimismo sul recupero di Romagnoli, in dubbio anche per la panchina. Il difensore è afflitto da un fastidio al ginocchio, lascerà alla coppia formata da Paletta e Zapata. Squalificato Kucka, a centrocampo ritrova posto Pasalic così come Sosa. Arruolabile De Sciglio scontato il turno di stop, occuperà la corsia mancina di difesa. Avanti si rinnova il ballottaggio Lapadula-Bacca, salgono le quotazioni del colombiano per ritrovare una maglia da titolare.

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Zapata, Paletta, De Sciglio; Pasalic, Josè Sosa, Mati Fernandez; Suso, Bacca, Deulofeu. A disposizione: Storari, Plizzari, Gomez, Romagoli, Locatelli, Vangioni, Poli, Bertolacci, Honda, Lapadula, Ocampos. Allenatore: Vincenzo Montella.

ROMA: Squalificato Rudiger, è stato fermato anche Strootman per due turni sempre dalla giustizia sportiva. L’olandese sarà rimpiazzato da Paredes, mentre al posto del tedesco toccherà a Bruno Peres. Tuttavia la scelta di Spalletti potrebbe anche essere per la difesa nuovamente a tre, nel caso dentro Juan Jesus in luogo dell’ex di turno El Shaarawy.

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Bruno Peres, Fazio, Manolas, Emerson; De Rossi, Paredes; Salah, Nainggolan, El Shaarawy; Dzeko. A disposizione: Alisson, Lobont, Vermaelen, Juan Jesus, Mario Rui, Grenier, Gerson, Perotti, Totti. Allenatore: Luciano Spalletti.

Condividi