Raiola si contraddice: «Donnarumma fedele, ma ad altri hanno offerto il triplo»

mino raiola
© foto www.imagephotoagency.it

Mino Raiola onnipresente su tv e giornali. Il procuratore di Donnarumma parla anche dell’aspetto economico della vicenda rinnovo del portiere. Poi ammette: «Il Milan è il suo amore, colpa mia»

Ancora non si ferma il bombardamento mediatico di Mino Raiola che, dopo le interviste di ieri in tv e stamane ai giornali (qui il suo attacco al Milan: Calciomercato Milan, Raiola contro Mirabelli: «Ci ha minacciati»), ha parlato nuovamente a Sky Sport poco fa. Si tratta delle versione integrale, con gli spezzoni mancanti, dell’intervista rilasciata ieri. Tante le cose già dette anche altrove: dalle minacce subite dai tifosi rossoneri alle pressioni milaniste. Su un punto però Raiola, evidentemente, dice qualcosa di totalmente nuovo.

Dopo non aver mai toccato l’aspetto economico, ad un certo punto il procuratore italo-olandese azzarda: «Nessuno dice niente sul fatto che Andrea Conti ha minacciato di non andare in ritiro con l’Atalanta per andare al Milan, ma Donnarumma questo non l’ha fatto. Il Milan però che fa? Hai in casa un top player, poi offri il doppio o il triplo di ingaggio a gente come Alvaro Morata e Pierre-Emerick Aubameyang: non è coerente! La minaccia per farlo rinnovare non può servire in questi casi e Gigio non ha nessuna colpa».

Raiola: «Il mancato rinnovo di Gigio? 100% colpa mia!»

Raiola torna sulle minacce del direttore sportivo rossonero Massimiliano Mirabelli, che avrebbe addirittura detto al ragazzo: «O rinnovi, o ti mando in tribuna e ti stronco la carriera» (secondo la versione del procuratore). Nonostante questo, ci tiene a precisare Raiola alla tv satellitare, Donnarumma avrebbe voluto comunque rinnovare ancora. «Il Milan era il suo grande amore e forse lo è ancora, ma ha sentito la mancanza di appoggio. Io mi prendo la responsabilità al 100% del mancato rinnovo. C’entro solo io. Non ho mai parlato con altre società e non c’è nessun accordo. Quando sento dire che Donnarumma ha tradito per i soldi, mi dà fastidio», conclude Raiola. Il futuro? Il portiere preferirebbe l’estero per non tradire i rossoneri, spiega Mino, anche se lui ora non esclude nessuna possibilità…

Condividi