Raiola: «Juventus il massimo, Kean un fenomeno»

246
raiola procuratore moggi
© foto www.imagephotoagency.it

Mino Raiola, noto procuratore, ha esaltato il lavoro svolto dalla Juventus negli ultimi anni, e ha parlato del nuovo fenomeno, il ‘suo’ Moise Kean

Mino Raiola esalta la Juventus ed elogia il suo Moise Kean. Nonostante il diverbio dopo l’affare Matuidi, il procuratore spende parole importanti per la Juventus e per il suo management. Così l’agente a “Il Corriere dello Sport“: «L’Italia è la nazione del contro, mai del pro. Anche se nel calcio c’è qualcuno che ha fatto molto ed è davanti a tutti. Della Juve. E’ un fenomeno unico in Italia. E’ la società meglio organizzata e non è un caso che da cinque anni domini il campionato. Il management bianconero è il massimo, a cominciare da Andrea Agnelli: non ho mai sentito il presidente dire una parola fuori luogo o invadere le competenze altrui. Alla Juve ognuno sta al proprio posto, sa ciò che deve fare e lo fa al meglio».

IL NUOVO HIGUAIN – La Juventus ha già in casa il nuovo Higuain. Si tratta di Moise Kean, attaccante classe 2000, considerato il 2000 più forte d’Italia e i numeri sembrano essere dalla parte del ragazzo: 21 gol in 10 partite con i Giovanissimi, 14 reti in 15 partite con gli Allievi Nazionali, 24 gol in 25 partite con gli Under 17 e quest’anno, in Primavera, 5 centri in 5 gare, fra campionato e Youth League. Così Raiola: «Un nome per il mercato 2017? Kean. E non soltanto perché sono il suo agente. Ha solo 16 anni ma in corpo una volontà spaventosa Può diventare un big della Juve».

Condividi