Diritti televisivi, il 10% ai settori giovanili

22
diritti televisivi
© foto www.imagephotoagency.it

Un emendamento al Decreto-legge fiscale collegato alla legge di stabilità prevede che le società sportive destinino il 10% del ricavato dalla concessione dei diritti televisivi ai settori giovanili

Il deputato Edoardo Fanucci è il primo firmatario di un emendamento al DL Fiscale legato alla Legge di Stabilità, già approvato dalle commissioni Bilancio e Finanze riunite della Camera, che prevede il passaggio del 10% dei ricavi dalla concessione dei diritti televisivi ai settori giovanili di tutte le società sportive. Questo cambiamento è volto a stimolare la formazione di atleti che potranno poi essere convocati per le selezioni nazionali italiane maschili o femminili.
LEGGE MELANDRI- Gli emendamenti riscrivono gli articoli 21 e 22 della Legge Melandri, il decreto legislativo del 2008 riguardo la commercializzazione dei diritti TV, che prevedeva il passaggio solo del 4% del ricavato dalla concessione dei diritti televisivi ai settori giovanili.

Condividi