Pallotta: «Sabatini resti o vada, ma c’è un contratto»

69
sabatini gerson roma
© foto www.imagephotoagency.it

Roma: Pallotta parla del possibile addio del d. s. Sabatini al suo arrivo in Italia, ma non solo. Sull’ultima partita: «Presi dei gol stupidi»

James Pallotta è in Italia da qualche giorno e, probabilmente la prossima settimana (giovedì), il presidente della Roma ha annunciato una conferenza stampa per presentare il nuovo amministratore delegato, l’ex Milan Umberto Gandini, e per parlare dei temi più impellenti della sua gestione: su tutti, quello relativo al nuovo stadio. Appena arrivato in Italia, però, il numero uno giallorosso ha parlato anche del possibile addio del direttore sportivo Walter Sabatini a fine stagione: «Se al termine del nostro incontro decideremo di separarci se ne andrà, se invece decideremo che dovrà restare lui resterà. Ma c’è un contratto, non sono preoccupato di queste cose», ha detto Pallotta a Pagineromaniste.

ROMA, PALLOTTA: «PRENDIAMO GOL STUPIDI» – Tra le altre cose, Pallotta ha parlato ovviamente anche di calcio giocato, commentando l’amara eliminazione dai preliminari di Champions League per mano del Porto e tornando sull’ultima partita, in cui la Roma si è fatta rimontare dal Cagliari nonostante fosse in vantaggio: «Ci hanno rimontato in maniera stupida. La squadra è forte, non so perché la gente è andata fuori di testa per una sconfitta. Una partita e tutti si sono buttati giù. Ora vedremo come la squadra si risolleverà». Nessuna novità invece sui rinnovi di contratto di alcuni giocatori e dello staff tecnico, ma Pallotta garantisce che, nonostante le voci lanciate dai giornali ultimamente, per ora è tutto ok.

Michele Ruotolo
Classe '88, capo-redattore e responsabile editoriale di Calcionews24. Spesso mi contraddico.
Condividi
Articolo precedente
donadoni pre-InterDzemaili: «Bologna deve esser felice di Donadoni»
Prossimo articolo
squinziSquinzi: «Il Sassuolo è uno strumento, non faccio follie»