Roma, questione stadio: gli ultimi aggiornamenti

186
questione stadio roma
© foto www.imagephotoagency.it

La questione stadio tiene banco in casa Roma, la proprietà statunitense ha presentato il progetto per il nuovo stadio e ora si attende il termine dell’iter burocratico

Costruire delle infrastrutture in Italia è sempre qualcosa di non semplice, in termini di tempistica e di burocrazia. Lo sa bene la Roma di Pallotta alle prese, da qualche mese, con la questione stadio. L’impianto dovrebbe essere costruito in zona Tor di Valle e oggi, secondo quanto scrive Il Tempo, potrebbe essere una giornata campale per il progetto. Nella seduta odierna della Conferenza dei servizi decisoria verranno messi sul piatto i lavori pubblici che dovrebbero essere fatti in riferimento al nuovo stadio: rifacimento e unificazione dell’asse via del Mare/via Ostiense dal Raccordo fino all’impianto sportivo, così come la creazione di una diramazione della metro B da Magliana a Tor di Valle, tra gli altri. Per un investimento del privato pari a 445 milioni di euro.
DIXIT – La questione trova spazio anche sulle pagine de Il Corriere dello Sportl’assessore regionale alle politiche del Territorio e Mobilità, Michele Civita, ha commentato in questi termini la questione: «Se l’assessore Berdini e la giunta di Roma Capitale  ritengono che non vi sia il “riconoscimento dell’interesse pubblico” e che il progetto sia sbagliato, hanno nelle loro mani gli strumenti per modificare la decisione sulla pubblica utilità, fino a fermare l’iter o modificare il progetto stesso».

Condividi