Roma, Spalletti: «Stiamo prendendo punti a tutti»

76
spalletti roma
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole di Luciano Spalletti, tecnico della Roma, al termine della vittoria contro il Bologna, nel match valido per la dodicesima giornata di Serie A Tim

La Roma di Luciano Spalletti batte 3 – 0 il Bologna di Roberto Donadoni, grazie ad una tripletta di Salah, e si aggiudica il posticipo della dodicesima giornata di Serie A Tim. Queste le parole del tecnico giallorosso al termine della gara ai microfoni di Premium Sport: «Nel secondo tempo è andata meglio, mi aspettavo che la squadra calasse un po’, perché la partita di giovedì ci ha tolto tanto, siamo tornati tardi e non abbiamo recuperato molto. Mi aspettavo fossimo sotto ritmo, ed invece siamo stati spumeggianti. All’inizio abbiamo fatto un po’ malino, ma dopo abbiamo innestato la marcia. Abbiamo tanti calciatori importanti, poi ci sono degli infortunati, ma quelli a disposizione si sono fatti trovare pronti. Bisogna sapersi adattare, nella ripresa Nainggolan ha fatto il terzino destro con una forza e una precisione importante. Ha giocato palla, per cui va bene così, ma non sarebbe male trovare un po’ di equilibro. Noi Anti-Juve? So solo che sei andiamo a controllare, dall’ultima sosta abbiamo preso punti a tutti,  nonostante il fatto che abbiamo dovuto adattarci per le assenze. Se metti tutti fuori ruolo è normale che qualche difettuccio viene fuori, ma abbiamo a che fare con veri professionisti. Peccato per la sosta? No no, ne abbiamo bisogno. Abbiamo rischiato di dover sostituire subito Paredes, si è fatto male alla caviglia per tutelare il ginocchio. Nella ripresa abbiamo visto una grande squadra, che a tratti è stata anche bella».

SPALLETTI CONTINUA «Anche Fazio stasera non stava benissimo, quindi avevamo delle difficoltà. Peres ha fatto questa doppia funzione e quando riconquistano palla, ti prendi un po’ di vantaggio per mettere ai calciatori di centrocampo di rientare. Solo Ruediger ha caratteristiche di aggressività. Fazio è bravo, ha mestiere e posizione, ma è più bravo sul gioco aereo, Ruediger è continuo. Il Bologna avrebbe potuto anche segnare, ci siamo un po’ addormentati. Come sostituiamo Salah a gennaio? Semplice, ne compriamo uno uguale (ride, ndr). Ho El Shaarawy e Iturbe, che è un buon calciatore, deve prendere confidenza con il gioco della squadra. L’ho fatto giocare poco, poverino, si allena bene, ma il ritmo partita non ce l’ha. Lui ha degli strappi che sono micidiali, ma deve migliorare sul palleggio della squadra, quando è più basso o tra le linee non palleggia molto. Ma è forte».

 

Condividi