Ronaldinho: «Juventus forte, ma Napoli e Roma non devono mollare»

97
zidane juventus convocati puyol
© foto www.imagephotoagency.it

Ronaldinho, presente ieri a Roma per la Partita della Pace, ha parlato ai microfoni dell’attuale momento in Serie A e della lotta per lo scudetto

Ronaldinho Gaucho, ex attaccante di PSG, Barcellona e Milan, presente ieri sera a Roma per la Partita della Pace, ha parlato ai microfoni dell’attuale situazione in Serie A: «Juve invincibile? Non seguo più il calcio, nel senso che mi diverte solo guardare i goal e le azioni più importanti. Da quel poco che so, sembra che sia davvero difficile fermare la formazione bianconera, che negli ultimi anni ha raggiunto un livello tecnico di primo piano. Le rivali della Juventus dovrebbero compiere una missione impossibile per vincere lo scudetto, ma io non perderei le speranze se fossi in loro».

IL BRASILIANO CONTINUA«Se il Napoli può fermare la Juventus? E’ difficile che possa succedere quest’anno. Credo che Napoli, Roma, ma anche Milan e Inter avranno difficoltà a mantenere il ritmo dei bianconeri. Se la Champions può distogliere energie? Può succedere, ma in primavera quando arriveranno gli scontri con le big d’Europa. Scudetto già assegnato? Il campionato italiano è per tradizione difficile, in ogni partita può esserci una sorpresa, lo so bene. Credo che non sarebbe giusto arrendersi così presto, la stagione è solo all’inizio» queste le parole dell’ex blaugrana ai microfoni di Leggo. 

 

 

 

Condividi