Sampdoria – Inter (1 a 0): pagelle e tabellino

1470
Esonero de Boer ufficiale
© foto www.imagephotoagency.it

Serie A 2016/2017, undicesima giornata, Sampdoria – Inter: risultato, formazioni ufficiali, pagelle e tabellino della partita, info streaming e precedenti

Sampdoria – Inter: tabellino

MARCATORI: 44′ Quagliarella (S)
AMMONITI: Ansaldi (I), Miranda (I), Joao Mario (I), Sala (S)
ESPULSI: –
ARBITRO: Mazzoleni

Sampdoria – Inter: pagelle e sintesi

SAMPDORIA (4-3-1-2): Puggioni 6; Sala 5.5, Silvestre 6, Skriniar 6, Regini 5; Barreto 5.5, Torreira 6.5, Linetty 6.5; Bruno Fernandes 7; Quagliarella 6.5 (78′ Budimir s.v.), Muriel 6 (88′ Alvarez s.v.). In panchina: Krapikas, Tozzo, Amuzie, Krajnc, Pereira, Eramo, Djuricic, Praet, Cigarini, Schick. Allenatore: Giampaolo 6.5.

INTER (4-3-3): Handanovic 6.5; Ansaldi 6.5, Miranda 5, Murillo 6, Santon 5.5; Joao Mario 5, Brozovic 6.5, Banega 6; Candreva 6.5 (76′ Perisic 6), Icardi 5, Eder 6.5 (76′ Palacio 6.5). In panchina: Carrizo, Andreolli, Biabiany, Ranocchia, Gnoukouri, D’Ambrosio, Miangue, Nagatomo. Allenatore: de Boer 5.5.

SAMPDORIA – IL PEGGIORE

Vasco Regini 5: All’inizio di questa stagione Regini ha smentito in molti, perché ha giocato con coraggio e convinzione. Stasera però si è rimangiato tutto, soprattutto se si fa il paio con i novanta minuti di apnea dello Juventus Stadium di mercoledì. Ha davanti Candreva e non è mai un buon dirimpettaio, poi dà vita facile all’ex laziale che in lungo e in largo domina su quella fascia. Ha vissuto giornate meno amare.

SAMPDORIA – IL MIGLIORE

Bruno Fernandes 7: Marco Giampaolo ha finalmente capito che per il suo tipo di gioco ha bisogno di uno come Bruno Fernandes. Il portoghese mette lo zampino in tutte le azioni offensive della Sampdoria e anche il gol del vantaggio nasce da una sua intuizione e da un bel duetto con Linetty. Ha qualità da vendere e in una partita con le squadre così lunghe è un piacere vederlo giocare. Diventasse più cinico, sarebbe un fuoriclasse.

INTER – IL PEGGIORE

Mauro Icardi 5: Tornava da ex in uno stadio che non lo ama, ma d’altronde non lo amano nemmeno i suoi tifosi e quindi non è un alibi. Quel che colpisce dell’Icardi di stasera è l’apatia, la mancanza di quel carattere che spesso lo contraddistingue nelle azioni e nei movimenti. Non è nel miglior momento della sua carriera, doppietta al Torino esclusa, e stasera lo si è visto soprattutto sotto porta: clamoroso l’errore nella ripresa.

INTER – IL MIGLIORE

Antonio Candreva 6.5: L’Inter pende dalle sue labbra, anzi dai suoi piedi. Candreva è il motore offensivo della squadra nerazzurra anche se stasera ha avuto la luna buona anche il collega Eder. Il suo destro è una delle armi di distruzione di massa della Serie A e prova a far secco Puggioni più volte senza riuscirci, inoltre è un pericolo costante ogni volta che dalla fascia fa partire un traversone. Imprescindibile.

Di seguito la sintesi di Sampdoria – Inter, il posticipo di stasera per la giornata numero undici di Serie A. Si è giocato allo Stadio Luigi Ferraris di Marassi, a Genova il risultato finale è di 1 a 0.

PRIMO TEMPO – La Sampdoria ha la prima chance al settimo, una bella finta di Barreto fa sbattere i due centrali dell’Inter e dà palla a Quagliarella, il cui diagonale di destro è strozzato e finisce sul fondo. Clamoroso invece un altro errore in diagonale, Muriel cinque minuti dopo va al tiro di sinistro davanti a Handanovic ma manda fuori nonostante non fosse difficile centrare la porta. Altri tre minuti e si ripete un’azione uguale con Muriel che dà a Quagliarella e l’ex juventino calcia sul portiere in uscita. L’Inter subisce azioni da gol ma non demerita affatto e dopo la mezz’ora ci prova due volte con Candreva, nel primo caso con un tiro da fuori ben parato da Puggioni e poi con un cross sbagliato che sempre Puggioni manda fuori dallo specchio. La Sampdoria prova a rimettere il naso fuori nel finale di tempo ma l’onnipresente Candreva impegna Puggioni ancora al 35′, un bolide da lontano trova i guantoni del portiere a deviare in angolo. Al minuto trentotto è Brozovic ad avere la chance più ghiotta: entra in area, salta un difensore e col sinistro scheggia la traversa dal dischetto del rigore. Passa un minuto e un super Eder salta Silvestre in contropiede e dal fondo crossa teso, Icardi sul primo palo intercetta ma non trova la porta al volo. Sull’ultima azione del primo tempo la Samp va avanti con Quagliarella: la punta sfrutta un bel fraseggio tra Fernandes e Linetty e davanti al portiere lo fredda con un sinistro.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con un tiro di Eder, l’ex di turno rientra dalla sinistra e calcia violentemente in porta ma spara in gradinata. La Sampdoria gioca di rimessa e le azioni da gol latitano anche se l’intensità è sempre altissima, ma al 66′ Icardi ha l’occasione più ghiotta della gara per l’inter fino a quel punto: gran lavoro di Ansaldi a destra, palla a Brozovic che col sinistro crossa nell’area piccola, Icardi colpisce quasi di spalla a Puggioni battuto ma manda alto. Anche se è fuorigioco c’è da segnalare una parata di istinto puro di Handanovic che, un po’ fortunato, su un colpo al volo di Torreira la respinge col piede ma l’arbitro vanifica tutto. Vicina al raddoppio la Samp a dieci dalla fine, crossa Sala da destra e Murillo anticipa Muriel di un soffio ma la tocca verso la porta e per poco non segna un autogol acrobatico. A cinque dalla fine Budimir ha la chance per chiuderla, una verticalizzazione lo manda davanti al portiere ma il suo tiro di sinistro viene respinto coi piedi da Handanovic. L’ultima azione della partita è la più clamorosa di tutte. L’Inter va vicinissima al pareggio: Perisic crossa basso in mezzo, Palacio manca l’intervento ma poi da terra trova la giocata per tirare in porta, la alza su Puggioni in uscita ma centra la traversa con la palla che poi, beffardamente, si allontana.

ANALISI – Una delle partite più divertenti della giornata e una delle più appassionanti di questa Serie A. Molte occasioni, grande agonismo e due belle squadre in campo. Dispiace che entrambi gli allenatori siano in discussione perché, a prescindere dal risultato, le due compagini hanno giocato a mille all’ora. Più qualità nella Samp, nell’Inter non convincono i cambi e la difesa, ma de Boer ha poche colpe.

Sampdoria – Inter: formazioni ufficiali

Sono uscite alle 19.50 le formazioni ufficiali delle due squadre e come preventivato nelle ore della vigilia l’Inter ha scelto Eder e Santon nell’undici titolare, andranno ad accomodarsi in panchina sia Nagatomo che Perisic. In casa Sampdoria dopo un turno di riposo tornano a disposizione dal primo minuto sia Muriel che Quagliarella mentre a sorpresa il trequartista è Bruno Fernandes.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Puggioni; Sala, Silvestre, Skriniar, Regini; Barreto, Torreira, Linetty; Bruno Fernandes; Quagliarella, Muriel. In panchina: Krapikas, Tozzo, Amuzie, Krajnc, Pereira, Eramo, Djuricic, Praet, Cigarini, Alvarez, Budimir, Schick. Allenatore: Giampaolo.

INTER (4-3-3): Handanovic; Ansaldi, Miranda, Murillo, Santon; Joao Mario, Brozovic, Banega; Candreva, Icardi, Eder. In panchina: Carrizo, Andreolli, Palacio, Biabiany, Ranocchia, Gnoukouri, D’Ambrosio, Perisic, Miangue, Nagatomo. Allenatore: de Boer.

Sampdoria – Inter: probabili formazioni e prepartita

SAMPDORIA VS. INTER, LE PAROLE DI GIAMPAOLO – Non sta vivendo la miglior situazione possibile Marco Giampaolo, la vittoria nel derby ha ridato un po’ di serenità, ricacciata indietro subito dalla pessima prova nell’infrasettimanale. La sua panchina è a rischio ma in conferenza stampa Giampaolo è carico: «Questa sarà un’altra gara difficile per noi, però pensiamo partita dopo partita. Siamo pronti a giocarcela, dopo aver rifatto il pieno di energie».

SAMPDORIA VS. INTER, LE PAROLE DI DE BOER – Non è una sfida facile nemmeno per de Boer, che sente il rumore dei nemici in arrivo (su tutti Leonardo e Blanc) e deve vincere e convincere per mantenere la panchina. Eppure in conferenza stampa FdB si dà un voto più che sufficiente: «Che voto mi darei? Un 6,5 che poi i professori tendono a passare a 7».

SAMPDORIA (4-3-1-2): Puggioni; Sala, Silvestre, Skriniar, Regini; Barreto, Torreira, Linetty; Bruno Fernandes; Quagliarella, Muriel. In panchina: Tozzo, Amuzie, Krajnc, Palombo, Pereira, Eramo, Djuricic, Praet, Cigarini, Alvarez, Budimir, Schick. Allenatore: Giampaolo

INTER (4-3-3): Handanovic; Ansaldi, Miranda, Murillo, Santon; Joao Mario, Brozovic, Banega; Candreva, Icardi, Eder. In panchina: Carrizo, Berni, Nagatomo, D’Ambrosio, Miangue, Ranocchia, Andreolli, Felipe Melo, Gnoukouri, Perisic, Palacio, Jovetic, Biabiany, Gabigol. Allenatore: de Boer

Sampdoria – Inter Streaming: dove vederla in tv

INFO STREAMING E TV – La partita sarà trasmessa a partire dalle ore 20.45 sulle frequenze satellitari di Sky Sport ed in digitale terrestre per Mediaset Premium. In streaming invece per piattaforme pc, tablet e smartphone su app Sky Go e Premium Play.

Condividi