Samp: Palombo oggi difensore, domani team manager

212
sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Palombo uomo delle emergenze: il centrocampista diventa difensore centrale a fine carriera, ma gioca sempre meno. Al termine della stagione potrebbe essergli anche proposto un ruolo da team manager

Il futuro di Angelo Palombo alla Sampdoria, prossimo e meno prossimo, è in via di definizione: il centrocampista e capitano blucerchiato, ultimo leader dello spogliatoio rimasto con la messa fuori rosa di Antonio Cassano, non ha ancora giocato in questo inizio di stagione e nelle idee dell’allenatore Marco Giampaolo potrebbe mutare ruolo in via definitiva. Non è un caso, riporta oggi Il Secolo XIX, che Palombo sia stato provato nel corso delle ultime settimane durante gli allenamenti spesso e volentieri da difensore centrale, causa anche l’emergenza difensiva degli ultimi tempi. Stasera contro il Bologna Palombo potrebbe giocare, seppure non dal primo minuto, in quel ruolo se la situazione lo richiederà.

SAMPDORIA: PALOMBO TEAM MANAGER – Al di là del presente, che vede ancora il capitano blucerchiato nelle vesti di giocatore, c’è però da capire cosa succederà al termine della stagione: di fatto Palombo non è un titolare e gioca sempre meno, ma ha un contratto in scadenza soltanto nel 2018 da 800mila euro a stagione (non pochi). L’idea della Sampdoria è quella di tenere Palombo, anche se magari in un ruolo diverso: è per questo che l’attuale contratto potrebbe essergli spalmato su più stagioni (cinque) e venire mutuato in uno da dirigente, magari da team manager. Non è un caso che Angelo sia stato consultato spesso e volentieri negli ultimi tempi per questioni riguardanti la gestione dello spogliatoio: da giocatore il suo peso specifico è nullo, nonostante la voglia di dimostrare, ma da uomo forte della squadra la sua figura potrà tornare utile nel futuro (meno) prossimo.

Michele Ruotolo
Classe '88, capo-redattore e responsabile editoriale di Calcionews24. Spesso mi contraddico.
Condividi
Articolo precedente
Kucka Milan Torino BaselliKucka: «Milan forte e in crescita»
Prossimo articolo
milanMilan, Bloomberg rilancia: «Documenti cinesi falsificati»