Sampdoria: Romei in Lega, Pradé sarà il d. g.

334
antonio romei sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria: Romei in Lega. L’avvocato, braccio destro di Ferrero, pensa alla candidatura come numero uno della Serie A. Arriva come d. g. Pradé, ma possono nascere conflitti con Osti per la parte parte sportiva

La Sampdoria sta per completare la sua rivoluzione: con l’arrivo di un nuovo direttore generale (Daniele Pradé il nome, ormai scontato, che circola nelle ultime ore), cambia la struttura dirigenziale blucerchiata. Massimo Ferrero, seppure a malincuore, con un nuovo d. g. dovrà rinunciare al suo fidato braccio destro ed amico personale, l’avvocato Antonio Romei (di fatto finora il d. g. della squadra, seppure non ufficialmente). Quale futuro per lui a questo punto? Non è un segreto che Romei voglia puntare ad un incarico di grandissimo rilievo: la presidenza della Lega di Serie A, come riporta stamane La Repubblica. Da mesi negli ambienti romani (e Romei è romano, appunto) si vocifera di una campagna elettorale già iniziata da parte dell’avvocato blucerchiato in vista delle elezioni di inizio 2017. Occhio però perché la concorrenza per lui potrebbe essere importante: c’è il presidente di Lega uscente Maurizio Beretta che dovrebbe ripresentarsi, c’è l’attuale numero uno della Serie B Andrea Abodi che potrebbe riprovarci e potrebbe esserci anche l’outsider Adriano Galliani, che proprio a gennaio poi dovrà dismettere i panni di amministratore delegato del Milan…

SAMPDORIA: ARRIVA PRADÈ… ED OSTI? – In quanto a Pradé alla Sampdoria ormai sono pochi i dubbi: già in occasione del derby con il Genoa, in settimana, l’ex direttore generale della Roma dovrebbe essere annunciato e presentato. La candidatura di Pradé è stata sponsorizzata con Ferrero proprio dallo stesso Romei: l’ex direttore sportivo viola è da sempre specializzato in ambito finanziario, ma come tutti sanno ha anche parecchia voce in capitolo in ambito sportivo (alla Fiorentina si occupava proprio di questo). Potrebbe esserci un conflitto con Carlo Osti? Vedremo, ma per il momento l’ex d. s. dell’Atalanta rimane saldamente al suo posto, stimato da Ferrero. Tra qualche mese si tireranno bene le somme…

Condividi