Sarri: «Abbiamo avuto più palle gol della Juventus. Insigne? Deve stare zitto»

78
Benfica - Napoli Sarri Napoli Dolberg
© foto www.imagephotoagency.it

Maurizio Sarri, allenatore del Napoli, ha parlato dopo la sconfitta per 2 a 1 in caso della Juventus. Le sue dichiarazioni

Le parole di Sarri dopo JuventusNapoli 2-1 a “Sky Sport“: «A fine partita sono andato a parlare con un tifoso della Juventus: ci eravamo presi durante la partita e sono andato a stringergli la mano. La squadra dal punto di vista collettivo ha funzionato. La Juventus ha avuto due sole palle gol in tutta la partita e rimane il rammarico per aver commesso degli errori, uno, il primo è un infortunio mentre sul secondo gol Allan avrebbe dovuto accorciare prima per intervenire. Noi abbiamo avuto più palle gol della Juve, ci resta il rammarico ma anche la prestazione. A livello di personalità non posso rimproverare nulla. La squadra ha giocato a calcio su un campo difficile. Ci abbiamo messo qualche errore che contro la Juventus paghi. Insigne? L’ho sostituito perché credevo avesse i crampi ed è venuto a chiedermi il perché della sostituzione ma deve stare zitto e non rispondere più. Se c’è qualcosa da dire ce lo diciamo domani ma lui deve stare zitto».

IL COMMENTO – Prosegue Sarri: «Nella fase di spinta sono mancate le corsie esterne, solitamente i terzini sono più intraprendenti ma sono cresciuti nella fase difensiva che negli ultimi tempi non abbiamo fatto benissimo e probabilmente questo ha spostato l’attenzione ma credo che si debbano trovare prima difensivamente e poi ripensare a qualcosa in più. Abbiamo sofferto la fisicità della Juventus? Ci sarebbero le pasticche da dargli ma sono illegali e la fisicità non si compra. Abbiamo scelto il palleggio e abbiamo scelto i giocatori di conseguenza e penso che di media ci siano 10kg e 10cm di differenza tra le due squadre. Dispiace perché in avanti siamo stati costretti a spremere i giocatori con quello che ci è successo e i tre in attacco forse non sono arrivati lucidi all’appuntamento. Higuain? Lui è un fenomeno e far cadere una palla sui piedi di Gonzalo al limite dell’area è morte quasi certa e purtroppo per noi a fare gol. Se farà vincere la Juventus in Europa? Se lui vince qualcosa in Europa sono contento, un po’ meno se lo vince la Juve ma per Gonzalo sono contento».

Condividi