Sarri: «Momento sfortunato. Dobbiamo ritrovare spensieratezza»

65
Benfica - Napoli Sarri Napoli Dolberg
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole di Maurizio Sarri, allenatore del Napoli, al termine della gara interna contro il Besiktas. Le sue dichiarazioni

Le dichiarazioni di Sarri, tecnico del Napoli, dopo la debacle interna contro il Besiktas. Così il tecnico a “Premium Sport“: «E’ un momento in cui andiamo a complicarci una partita da soli e quindi poi le partite vengono fuori in salita e più difficili. La squadra ha fatto bene escluso i momenti in cui ha accusato i contraccolpi degli eventi della partita, come la reazione mancata dopo il rigore sbagliato o dopo il terzo gol. Stiamo giocando con un filino di preoccupazione di troppo e questo ci porta a fare qualche errore di troppo. Questa sera avevamo una rabbia nettamente superiore rispetto a quella vista con la Roma e questo può essere un primo passo per ritrovarci. L’abbiamo espressa non benissimo, lo abbiamo fatto a tratti, ma può essere importante. Dobbiamo ritrovare spensieratezza e dobbiamo accorciare le distanze perché dal punto di vista tattico facciamo fatica. Le sensazioni di stasera sono nettamente più positive. Gli eventi della partita non ci hanno aiutato ma le sensazioni sono diverse. Dobbiamo accorciare, dobbiamo difendere con pià ordine ma l’aggressività di stasera mi sembrava superiore rispetto a quella espressa con la Roma.».

POCA TRANQUILLITA’ – Prosegue Sarri: «Questo risultato è inficiato da un po’ di episodi, nulla ci sta andando per il verso giusto ma questo fa parte del gioco. Dobbiamo reagire e dobbiamo giocare un calcio più spensierato. Venendo da un campionato d’alto livello ci hanno messo delle etichette che non sono le nostre. Abbiamo ringiovanito la squadra e dobbiamo fare un percorso più lungo di quello che dice qualcuno. Dobbiamo tornare a divertirci perché quando lo facciamo si diverte anche il pubblico e arriva anche il risultato. Errori in difesa? Voglio rivedere il primo gol perché abbiamo fatto degli errori difensivi, il secondo l’abbiamo preso quando eravamo in possesso palla, il terzo l’abbiamo preso su calcio piazzato e ci siamo accorti di quello che stava succedendo con un pizzico di ritardo. Ho visto anche che era in fuorigioco e questo testimonia la nostra sfortuna in questo periodo».

Condividi