Sarri pre-Fiorentina: «Critiche? Sì, da chi ci pronosticava quinti. Sul fatturato…»

© foto Calcionews24

Vigilia di Napoli-Fiorentina. Il tecnico degli azzurri, Maurizio Sarri, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida del San Paolo. Le ultimissime

Il Napoli scenderà in campo domani sera allo stadio San Paolo nel secondo anticipo della 37ª giornata di Serie A per sfidare la Fiorentina. Maurizio Sarri, allenatore del Napoli, ha parlato in conferenza stampa presentando così l’incontro: «Il secondo posto dipende dalla Roma? Questo ci deve interessare ma fino a un certo punto. Noi dobbiamo pensare a noi stessi, se riusciremo ad arrivare secondi bene, altrimenti avremo gettato delle basi. La Fiorentina riesce spesso a toglierci buona parte del possesso e per noi sarà una sfida non semplice. Rinnovo di Mertens? Sono contento ma ora penso alla Fiorentina. Non dobbiamo pensare alla Roma, dobbiamo pensare alla Fiorentina e al record storico di punti che è a 3 punti da noi. Allan? E’ sicuramente in dubbio, un affaticamento muscolare, anche se non è grave, vedremo domani. Bernardeschi è tra i più forti tra i giovani italiani, Saponara e Ilicic sono ottimi tecnicamente, così come Kalinic, la Fiorentina ha un’ottima squadra e noi dobbiamo stare attenti. Il Napoli gioca il miglior calcio d’Europa? Giochiamo un calcio piacevole, ma l’obiettivo è vincere le partite, dobbiamo unire il possesso al risultato. Qui in Italia si pensa che per vincere bisogna giocare male, ma non è vero, nella storia hanno vinto tutte le filosofie. Critiche? Arrivano da chi diceva che saremmo arrivati quinti. Vince chi ha il fatturato più alto? E’ normale: chi ha più soldi compra la macchina più lussuosa. Chi fattura 1miliardo compra giocatori da 200 milioni, chi fattura 200 compra da 30, il giocatore da 200 è superiore a quello da 30, non sempre, ma è così. Scudetto? Il sogno c’è ma deve rimanere nostro, la stampa deve pensare a raccontare i fatti».

 

 

 

 

Condividi