Angelozzi: «Il patron Squinzi punta sui talenti nostrani. Di Francesco? Uno dei migliori in Europa»

40
squinzi
© foto www.imagephotoagency.it

Il direttore tecnico del Sassuolo, Guido Angelozzi, in un’intervista al Corriere dello Sport, parla di Squinzi, Di Francesco e delle giovani promesse in maglia neroverde

Del Sassuolo calcio ormai non si può più parlare come di una rivelazione, i neroverdi sono ormai una certezza del nostro campionato. Una società che punta tantissimo sui giovani, soprattutto italiani, e come dichiarato dal direttore tecnico della società, Guido Angelozzi, sulle colonne del Corriere dello Sport, spesso il presidente Squinzi preferisce spendere qualcosa in più pur di acquistare talenti italiani. Quella del Sassuolo è una società sana, costruita per raggiungere risultati sempre più gloriosi. E’ stato promosso in serie A nella stagione 2013-14 e da lì è stato un crescendo, fino ad arrivare alla qualificazione in Europa League, ottenuta nella scorsa stagione. Attualmente il Sassuolo ha 13 punti, e se non gli fossero stati inflitti 3 punti di penalità contro il Pescara per aver schierato Ragusa, sarebbe al quinto posto, ad una sola lunghezza dal Napoli.

ANTEI-RICCI-PELLEGRINI: LE GIOVANI PROMESSE DEL SASSUOLO – Di certo la forza della società sta nella capacità di scovare giovani talenti, che schierati in campo con altri giocatori d’esperienza, come Acerbi e Magnanelli, sono in grado di dare il massimo. A proposito di giovani promesse, il Sassuolo ha comprato dalla Roma, avversaria di questa sera, ben 5 calciatori: il difensore Antei, i centrocampisti Mazzitelli e Pellegrini e gli attaccanti Ricci e Politano, per un totale di 10 milioni. Il direttore tecnico Angelozzi, al Corriere dello Sport, ha rivelato pure quale sarà il prossimo acquisto in casa neroverde, Ferrari, difensore attualmente in presto al Crotone ma di proprietà del Sassuolo.

SU DI FRANCESCO: «PER ME E’UNO DEI MIGLIORI IN EUROPA» – Gran parte del merito di questa realtà va attribuita all’allenatore, Eusebio Di Francesco, il quale con costanza e lavoro è riuscito a lanciare tanti giovani, che ora sono in pianta stabile in prima squadra. Alla domanda se Di Francesco riuscirà un giorno a coronare il suo sogno di allenare la Roma, Angelozzi risponde così: «Glielo auguro, ma ho l’impressione che tanti club stranieri gli abbiano messo gli occhi addosso». Angelozzi ha poi continuato sottolineando come l’obbiettivo attuale sia la salvezza, nonostante i risultati siano positivi. Il desiderio del direttore tecnico sarebbe quello di passare il turno di Europa League.

SU BERARDI-DEFREL E ACERBI? – Angelozzi è stato chiamato a rispondere anche sul futuro di tre calciatori, ormai affermatisi nel nostro campionato grazie al Sassuolo, Berardi, Defrel e Acerbi. Il direttore tecnico è sicuro che i tre rimarranno alla corte di Di Francesco almeno fino alla fine della stagione, poi se chiederanno di voler cambiare aria, magari per giocare la Champions, come richiesto da Vrsalko, passato all’Atletico Madrid, potrebbero essere accontentati. Di certo il Sassuolo non ha bisogno di vendere

 

Condividi