Sassuolo – Roma (1-3): pagelle e tabellino

1096
sassuolo - roma
© foto www.imagephotoagency.it

Serie A 2016/2017, decima giornata, Sassuolo – Roma: risultato, formazioni ufficiali, pagelle e tabellino della partita, probabili formazioni, precedenti, come vederla in tv

Sassuolo – Roma: tabellino

Marcatori: 12’ Cannavaro (S); 57’ 76’ rig. Dzeko, 78’ Nainggolan (R)

Note: Ammoniti: Mazzitelli, Pellegrini, Lirola (S)

Arbitro: Damato

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Gazzola (73’ Lirola), Cannavaro, Acerbi, Peluso; Mazzitelli, Pellegrini; Politano, Defrel, Adjapong (79’ Ricci); Matri (63’ Biondini). A disp.: Pegolo, Pomini, Antei, Terranova, Dell’Orco, Duncan, Sensi, Iemmello, Ragusa. All.: Eusebio Di Francesco.

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Florenzi (85’ Totti), Manolas, Fazio, Emerson Palmieri; De Rossi, Strootman (69’ Paredes); Salah, Nainggolan, El Shaarawy (79’ Rudiger); Dzeko. A disp.: Alisson, Lobont, Juan Jesus, Grossi, Gerson, Iturbe, Soleri. All.: Luciano Spalletti.

Sassuolo – Roma: pagelle e sintesi

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli 6; Gazzola 5,5 (73’ Lirola 5), Cannavaro 6,5, Acerbi 6,5, Peluso 5,5; Mazzitelli 6, Pellegrini 6,5; Politano 6, Defrel 6, Adjapong 5,5 (79’ Ricci S.v.); Matri 5 (63’ Biondini 5,5). A disp.: Pegolo, Pomini, Antei, Terranova, Dell’Orco, Duncan, Sensi, Iemmello, Ragusa. All.: Eusebio Di Francesco.

Roma (4-2-3-1): Szczesny 6; Florenzi 6,5 (85’ Totti S.v.), Manolas 6, Fazio 6,5, Emerson Palmieri 6,5; De Rossi 6, Strootman 5,5 (69’ Paresse 6); Salah 6,5, Nainggolan 7, El Shaarawy 6 (79’ Rudiger S.v.); Dzeko 7,5. A disp.: Alisson, Lobont, Juan Jesus, Grossi, Gerson, Iturbe, Soleri. All.: Luciano Spalletti.

SASSUOLO – IL MIGLIORE

ACERBI 6,5 – Ottimo in coppia con Cannavaro ma il difensore napoletano, autore del primo gol, disputa un cattivo secondo tempo. Non ha particolari colpe sui gol incassati. Splendido nel primo tempo in marcatura su Dzeko. Da Nazionale!

SASSUOLO – IL PEGGIORE

LIROLA 5 – Entra in campo al 73′ e un minuto dopo stende in area, ingenuamente, Edin Dzeko. E’ l’episodio che cambia la gara: il Sassuolo, stordito dopo il rigore trasformato dal bosniaco, esce dalla partita e la Roma ne approfitta con il colpo del ko. Giornata no per il giovane spagnolo.

ROMA – IL MIGLIORE

DZEKO 7,5 – Segna per la prima volta, dal 2011, in 4 gare consecutive. Guida la rimonta dei suoi trovando una doppietta fondamentale che lancia la Roma al secondo posto solitario della classifica. Il bosniaco si prende la responsabilità di calciare il rigore sull’1-1 e non sbaglia confermando il suo stato di grazia.

ROMA – IL PEGGIORE

STROOTMAN 5,5 – Delude le attese. Il centrocampista olandese, nuovamente titolare, non è al massimo della forma e si vede. Molle e poco reattivo, la sua gara dura 69 minuti.

Si è giocata SassuoloRoma, sfida valida per la decima giornata di Serie A 2016/2017. Di Francesco, in emergenza a centrocampo, ha abbandonato il suo 4-3-3 per passare al 4-2-4 con Pellegrini e Mazzitelli, due dei cinque ex Roma presenti nella rosa neroverde, e con Politano e il giovane Adjapong sugli esterni ad accompagnare Matri e Defrel in attacco. Spalletti, orfano di Perotti, ha affidato a El Shaarawy, uno dei migliori contro il Palermo, la fascia sinistra offensiva, inserendo Florenzi e Strootman dal 1’ minuto con Emerson sulla corsia mancina al posto di Juan Jesus. Ci si attendeva una bella partita, con due squadre votate all’attacco e il primo tempo non ha deluso le attese. Al 5’ neroverdi pericolosi con Defrel, il quale calcia dalla distanza trovando un attento Szeszny, sulla respinta del polacco si avventa Politano che viene stoppato al momento del tap-in da un intervento decisivo di Emerson. Il Sassuolo, a differenza degli altri match, non subisce gol in questo primo quarto d’ora, ma lo trova con uno dei protagonisti meno attesi, Fabio Cannavaro. Al 12’ il difensore approfitta di uno scivolone di Dzeko, intercetta un passaggio e sale indisturbato fino ai 25 metri, il centrale lascia partire un tiro che viene respinto dalla difesa romanista, sulla ribattuta Politano è il più lesto ad arrivare sul pallone: il numero 16 si disfa di Emerson con un paio di finte e mette al centro proprio per Cannavaro che indisturbato stacca di testa e realizza il gol dell’1 a 0. La Roma attacca ma fatica a trovare varchi e a servire i suoi attaccanti e al 28’ ci prova Nainggolan con un bellissimo tiro da fuori che però si infrange sulla traversa. La partita è bella, ci sono continui capovolgimenti di fronte. Al 42’ passaggio filtrante di Defrel, Adjapong da pozione vantaggiosa non trova lo specchio della porta. La Roma replica pochi istanti dopo con Dzeko, bravo ad anticipare la difesa avversaria su un cross basso proveniente dalla sinistra di Emerson ma la conclusione del bosniaco viene prima respinta dalla traversa e poi salvata sulla linea da un intervento provvidenziale da Acerbi. Sul corner seguente De Rossi colpisce di testa ma Cannavaro ben appostato salva i suoi.

Nella ripresa la Roma riparte con un altro piglio e al 57’ trova il pareggio: Salah serve un bellissimo pallone a Dzeko, il bosniaco entra in area e con il sinistro incrocia splendidamente trovando il gol dell’1-1. La partita si anima. Il Sassuolo non riesce a trovare gli stessi corridoi che del primo tempo, la Roma attacca in maniera più convinta. Al 62’ il Sassuolo non sfrutta a dovere un’azione d’angolo e la Roma ribalta l’azione sfruttando anche un liscio di Defrel a metà campo che spiana la strada a Salah il quale supera Consigli con un tocco delicato, forse troppo delicato, perché Defrel, che aveva seguito l’azione salva sulla linea, rimediando al suo iniziale errore. Tra il 76’ e il 79’ la Roma capitalizza al massimo e trova il raddoppio e il tris: Dzeko viene sgambettato in area da Lirola, appena entrato al posto di Gazzola, e Damato assegna il calcio di rigore che il bosniaco trasforma; poco dopo El Shaarawy entra in area e calcia, Consigli respinge centralmente e Nainggolan deposita in porta il più facile dei tap-in per l’1-3. Nel finale da segnalare l’ingresso di Rudiger e l’uscita per un brutto infortunio di Florenzi. La Roma vince al Mapei Stadium ed è sempre più seconda. Un’ottima seconda parte di gara dei giallorossi regala a Spalletti la quarta vittoria consecutiva a Reggio Emilia. Il Sassuolo rimane la bestia nera dei neroverdi.

Sassuolo – Roma: formazioni ufficiali

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Gazzola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Mazzitelli, Pellegrini; Politano, Defrel, Adjapong; Matri. A disp.: Pegolo, Pomini, Antei, Terranova, Lirola, Dell’Orco, Biondini, Duncan, Sensi, Iemmello, Ricci, Ragusa. All.: Eusebio Di Francesco.

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Florenzi, Manolas, Fazio, Emerson Palmieri; De Rossi, Strootman; Salah, Nainggolan, El Shaarawy; Dzeko. A disp.: Alisson, Lobont, Ruediger, Juan Jesus, Grossi, Gerson, Paredes, Totti, Iturbe, Soleri. All.: Luciano Spalletti.

Sassuolo – Roma: pre-partita, probabili formazioni

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Biondini, Magnanelli, Duncan; Politano, Defrel, Ricci. In panchina: Pomini, Pegolo, Terranova, Antei, Dell’Orco, Gazzola, Duncan, Mazzitelli, Sensi, Iemmello, Adjapong, Matri, Ragusa. Allenatore: Di Francesco

ROMA (4-2-3-1): Szczesny; Florenzi, Manolas, Fazio, Emerson; Paredes, De Rossi; Salah, Nainggolan, El Shaarawy; Dzeko. In panchina: Alisson, Lobont, Rudiger, Juan Jesus, Strootman, Gerson, Soleri, De Santis, Grossi, Iturbe, Totti. Allenatore: Spalletti

Sassuolo – Roma: precedenti, dove vederla in tv

La partita sarà trasmessa in diretta sulle frequenze di Sky Sport e su digitale terrestre su Mediaset Premium a partire dalle ore 20:45. In streaming su piattaforme per pc, tablet e smartphone SkyGo e Premium Play. Curiosi i precedenti tra le due squadre: nei 6 confronti totali tra Sassuolo e Roma, tre sono stati giocati all’Olimpico e con i romanisti padroni di casa, la sfida è sempre terminata con il segno X ma al Mapei Stadium di Reggio Emilia è sempre passata la Roma, dunque i giallorossi sono una vera e propria bestia nera della formazione allenata da mister Di Francesco, uno dei tanti ex della sfida, che ha militato nei giallorossi da giocatore e da team manager (in queste ultimi vesti è stato ‘guidato’ da Luciano Spalletti).

Condividi