Scudetto 1915, avv. Mignogna: «Lazio, aspettiamo fiduciosi»

104
lotito
© foto www.imagephotoagency.it

La Lazio vincerà lo Scudetto 1915? Ne parla l’avvocato Gian Luca Mignogna, legale dei biancocelesti che si occupa del caso

La Lazio, grazie al lavoro della dirigenza e dell’avvocato Gian Luca Mignogna, potrebbe ricevere lo Scudetto del 1915 ex aequo con il Genoa. C’è stato un altro rinvio sulla decisione da parte della FIGC ma l’avvocato della Lazio ha spiegato tutto in una nota ufficiale: «Come reso noto da alcuni mezzi d’informazione, il merito della vicenda in parola è già stato debitamente e positivamente affrontato dalla Commissione di Saggi nominata dal Pres. della Figc Carlo Tavecchio e  presieduta dall’Avv. Sergio Santoro (Pres. del Consiglio di Stato), la quale, invero, nel parere acquisito dal Consiglio Federale del 20.07.2016 ha già avuto modo di evidenziare come la ricostruzione storico/giuridica contenuta nei dossier storiografici acclusi alla nostra petizione sia assolutamente attendibile».

LAZIO, LO SCUDETTO DI CENT’ANNI FA – La nota di Mignogna prosegue così: «L’unica soluzione per rimediare alle evidenti omissioni commesse dalla Federazione nell’assegnazione del titolo di Campione d’Italia 1915 al Genoa rimane quella di attribuire ex aequo alla Lazio il medesimo titolo per quell’anno. Ci viene chiesto di aspettare ancora e noi lo faremo anche perché è una prima volta storica per il Consiglio Federale. […] Abbiamo atteso oltre un secolo per riuscire a sottoporre il nostro caso al vaglio della Figc e quindi possiamo senz’altro attendere che in seno alle istituzioni vengano meno eventuali resistenze e si determinino le condizioni per arrivare ad una decisione giusta, riparatoria ed equa, anzi… ex aequa!».

Gianmarco Lotti
Giornalista sportivo toscano vivente, amante del calcio come cultura. Nel 2010 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1989 stilata da Don Balón.
Condividi
Articolo precedente
Pucciarelli martuscielloMaccarone: «Empoli mi ha salvato, potevo smettere»
Prossimo articolo
paloschi atalanta kessiéAtalanta: tutti gli stipendi 2016/2017