Serie A, Lazio ‘cattiva’: prima nella classifica dei tackle

31
lazio serie a
© foto www.imagephotoagency.it

Cattiva ma non fallosa: oltre il bel gioco, il segreto della Lazio di Simone Inzaghi è la determinazione dei suoi interpreti

Bella e soprattutto concreta la seconda Lazio di Simone Inzaghi, anzi diciamo pure tosta. Non solo le accelerazioni di Keita e Felipe Anderson, oppure i tagli in profondità di Ciro Immobile, ma anche tanti duelli fisici vinti. Prima di tutto aerei: la statistica, mostrata stamattina da Il Corriere dello Sport, ci informa che sono già 7 i gol di testa sui 12 realizzati fin qui in campionato. Tornando coi piedi per terra invece, sono 198 i contrasti vinti tra la metà campo e la propria area di rigore.
STACCATE TUTTE LE ALTRE – Eppure la Lazio non è esattamente una squadra senza tecnica, come sembrerebbe dai suddetti dati, con le serpentine dei suoi esterni offensivi che fanno impazzire i difensori avversari. Quando però occorrono lotta e governo, i biancocelesti non tirano indietro testa e gambe. A beneficiarne sono stati i vari Milinkovic Savic e la sua imponente fisicità, il giovane Murgia ed il veterano Radu. Il compito di mordere le caviglie invece è stato assegnato a De Vrij, Wallace e Bastos, staccando nei numeri le concorrenti con almeno 20 tackle riusciti in più rispetto alle altre 19 di Serie A.

Condividi